Prima Squadra: San Rocco – Nuova Argentia 75 – 60

NUOVA ARGENTIA: Abbiati 1, Medea 9, Palumbo 2, Cabot, De Nuzzo 4, Mazzocchi 2, Lafragola 7, Raspanti 9, Brambillasca 12, Pozzi 14. All: Gobbo.

Si conclude la striscia di successi per Gorgonzola che dopo quattro gare vinte incassa una brutta sconfitta contro San Rocco Monza, perdendo 75-60 una partita che si poteva, anzi, si doveva vincere.

L’avvio di partita vede le due squadre in equilibrio, San Rocco gioca con intensità, lottando su ogni rimbalzo e difendono con aggressività, Gorgonzola invece rimane a guardare, gli ingranaggi che di solito scorrono fluidi, domenica sera rallentano fino a fermarsi mandando in black-out la squadra.

Si fa fatica ad eseguire gli schemi, la palla non gira come dovrebbe e le imprecisioni al tiro sono imbarazzanti, una media del 40% ai tiri liberi, per non parlare del 2/15 da tre.

A rimbalzo Gorgonzola si fa letteralmente mettere i piedi in testa permettendo 22 rimbalzi in attacco, senza riuscire a contrastare gli avversari.

Il Coach fa di tutto per spronare la squadra, come il comandante di una nave in burrasca cerca disperatamente di uscire dalla tempesta, senza però riuscirci.

Solo verso la fine dell’ultimo quarto si riaccende una piccola luce di speranza, quando la squadra riesce ad arrivare a sei punti di distacco, ma è solo una pia illusione, gli avversari si riportano subito sul +10 e nell’ultimo minuto chiudono la partita sul 75 – 60, ponendo fine alla peggior partita giocata quest’anno da Gorgonzola.

Ma non c’è tempo per deprimersi, partite così possono capitare a qualunque squadra, il modo migliore per scrollarsi di dosso questa brutta partita è vincere domenica prossima contro l’A-Team Monza giocando con la giusta concentrazione e intensità che hanno sempre caratterizzato la nostra squadra.

Teo

Squadra: oggi ho voglia di iniziare dal fondo, perché è quello che è stato toccato ieri sera in quel di San Rocco Monza.
Squadra molle e svogliata, rimasta ancora con la testa sulle piste da sci; dire che per lunghi tratti siamo stati IMBARAZZANTI è farci solo un complimento.
Vorrei rinfrescare ai presenti che ci siamo fissati un obiettivo da raggiungere e giocando così con questa mentalità e sufficienza non arriveremo tanto lontano, urge e anche in maniera veloce un bel bagno di umiltà, per ricordare alla squadra chi è veramente (vale a dire quella delle grandi prestazioni contro segrete e meta2000).
Comunque ora, imparata la lezione e sperando che sia l’ultima, giù la testa che si ritorna al lavoro per fare un gran campionato.
voto: 4 bilot e gagiot, per chi non avesse inteso, dei mi*****ni!

Armin: a mio dire il più brillante della serata, è una cero di chiesa in mezzo al tornado, ma da soli non si riesce a vincere una partita.
voto 6,5 abbandonato

Mazzo: urge presto un taglio di capelli perché la fascetta stringe troppo e non fa passare il sangue. Il peggiore della serata, non è questo il nostro atleta e ci aspettiamo un riscatto già dall’allenamento di questa sera.
voto: 4 spaesato

Fede: prova sufficiente per il ragazzo che segna anche dalla distanza, ma troppi errori banali di distrazione! però apprezziamo il miglioramento.
voto: 6- – la salita non è finita

Dani: un’altro che è abituato a dare del “tu” alla palla ma ieri le dava addirittura del “voi”, soli 2 punti a referto e questo dice tutto.
voto: 4,5 fico molle

Piè: anche per lui una marea di errori banali, ma con una discreta vena realizzativa che fa respirare la squadra all’inizio.
Minutaggio limitato e come gli altri anche lui getta la spugna.
voto: 5/6 ne carne ne pesce

Abbo: troppi errori per chi come lui deve fare il play, 2 palle perse in fotocopia e prestazione opacissima, il soldato Abbiati è rimasto a casa con il resto della squadra.
voto 5 suggeriamo un po di rambo

Teo: male anche lui e mi dispiace dirlo, lo sforzo c’è ma non basta… Senza idee e confusionario come il resto della squadra!!
voto: 5 urge ripresa

Puch: colui che dovrebbe insegnare come si sta sotto canestro prende un sacco di botte e fa poco per migliorare la situazione.
voto 5,5 professore da cfp (centro formazione professionale)

Ramon: il capitano abbandona anche lui la nave durante il lento e inesorabile tracollo, anche se c’è da dire che lotta fino all’ultimo ma questo non basta.
voto 5/6 prestazione negativa

Miglio

+Copia link

0 Responses to “Prima Squadra: San Rocco – Nuova Argentia 75 – 60”