Under 19: Nuova Argentia – CGM Brugherio 70 – 59

NUOVA ARGENTIA: *Stigliani 22, Nava 1, De Nuzzo A,*Chizzola 6, *Costa 6, *Ottolini 14, Agrati 4, Gritti, Loffo, *Abate 11, De Nuzzo S, Robustelli 6. All: Gobbo.

Questa si che doveva essere una partita dall’unico risultato utile.
Infatti, come da pronostico, l’Argentia si porta a casa il match e tiene ancora accese le speranze relative al passaggio del turno.
Il primo quarto vede le due squadre immerse in una sorta di sostanziale parità che però viene subito smossa dalla grande vena di Stigliani e, a pensarci su, più che vena parrebbe un’arteria.
Grazie al nostro play e a diversi minuti di discreto gioco, chiudiamo la prima metà sopra di 10 punti circa.
Nel fondamentale terzo quarto, insolitamente non molliamo la frizione tenendo alta la marcia, mantenendo pressochè costante il divario.
A questo punto della partita, il coach attua per sicurezza la Box and one, ridefinita Box and Kevo per via del giocatore da cui questa difesa viene effettuata.
L’ultimo periodo provvede a dare il colpo di grazia agli ospiti che si spengono, lavati dalla nostra buona circolazione offensiva e soprattutto, dalla nostra difesa che, pur potendo essere migliore, è stata sufficiente nella maggior parte dei casi per fermare l’avversario.

Il percorso per diventare campioni d’Europa è ancora lungo, tuttavia, questa vittoria ha dato morale alla squadra che ora dovrà affrontare una serie di partite sulla carta facili ma, si sa, la penna con cui si scrive a volte fa brutti scherzi. Il tutto ci porterà dritti dritti all’ultima giornata: Argentia – Segrate.

Denuz

PAGELLE:

Simone Costa:
Non ripete l’eccelente prestazione di domenica contro Vignate ma, il suo contributo si rivela come sempre determinante nello sviluppo della partita.
I suoi 6 punti non danno l’idea della sua importanza nella fase offensiva che comprenderebbe anche numerosi rimbalzi e passaggi quasi sempre vincenti.

6/7 Fresco.

MATTEO STIGLIANI:
Dalla scrittura maiuscola si capisce che Stiglio è stato indubbiamente il migliore in campo.
Basti pensare che, solamente nei primi due quarti, infila nel canestro amico ben 17 punti, nove dei quali per mezzo di bombe anche da distanza siderale.
Le sue penetrazioni fanno impallidire la difesa di Brugherio che non troverà mai il modo di contrastare il nostro Play!

9 Cecchino.

Alessandro Agrati:
Con quel suo bagaglio tecnico, potrebbe fare decisamente meglio.
In questa partita, Ale, riesce ad intermittenza nel rendersi pericoloso e quando trova un pertugio attaccabile, lo attacca.
Insomma, il suo istinto è quello di un bomber che deve ancor perfezionare gli ingredienti dell’esplosivo.

6 Ok.

Kevin “Prince” Abate:
Buona Kevo!
Prestazione tendente alla perfezione quella del “leone” di Torrazza, che condisce la medesima con 11 punti, svariati rimbalzi e con una difesa strepitosa; “Box and Kevo”.

7,5 Kevin

Andrea Ottolini:
Finalmente le penetrazioni anguillose di 8 riescono, per la maggior parte delle volte, ad andare a buon fine.
Certo, ogni tanto forza un pochino ma, finchè segna BUONA KEVO!

7 Armin(quello vero).

Ivan Chizzola:
Il ragazzo dalla facile demoralizzazione fa capire che si merita ancora di stare nei primi cinque. Qualche errore è normale, ma finalmente gioca come sa fare e (incredibile) riesce a non farsi fischiare passi.

6,5 (qui decido io).

Matteo Nava, Gabriele Loffo, Andrea Gritti, Alberto De Nuzzo:
Non vengono utilizzati a sufficienza per far sì che si possa trovare una valutazione coerente e oggettiva dalle loro prestazioni.

7 “Ciao a tutti!”

Stefano De Nuzzo:
Non ha ancora recuperato la forma prenatalizia, perciò non riesce a fornire una prova di spessore anche se, riflettendoci su, i suoi rimbalzi li conquista ed in difesa fa buon lavoro.

6 (vedi Ale).

Mirko Robustelli:
Ultimo ma non meno importante della lista.
Da come difende e ruba i palloni dalle mani avversarie, si deduce che la break dance accennata l’anno passato ha avuto i suoi effetti, slegandogli il bacino e facendolo arrivare in posti dove qualsiasi umano non avrebbe il coraggio di giungerci.

6,5 (vedere su youtube le immagini di Gary Payton).

Coach Stefano Gobbo:
Porta a casa una delle più importanti gare della stagione.
Conferma talvolta la sua lettura difensiva, chiamando volentieri “Box and Kevo” che, come forse già ripetuto, dà degli ottimi frutti.

7 S & M.

Ivan

+Copia link

6 Responses to “Under 19: Nuova Argentia – CGM Brugherio 70 – 59”

  • 26 gennaio 2011 alle 20:40 - Stefano Gobbo.

    Ahahahahahaha io si…
    Chi l’ha capito non lo spieghi.. ahahahah!!!

  • 26 gennaio 2011 alle 20:34 - Matteo Stigliani.

    7 S&M non l’ho capito neanche io….!

  • 26 gennaio 2011 alle 18:29 - Stefano De Nuzzo.

    la pagella di kevo è stupenda,ma cosa significa 7 S&M ??ahahahah

  • 26 gennaio 2011 alle 18:16 - Matteo Stigliani.

    buona denu e buona ivan!

  • 26 gennaio 2011 alle 18:13 - Ivan Chizzola.

    Sono un anonimo lettore che ha intravisto la partita…non sono assolutamente daccordo sul voto messo ad Abate e Chzzola….sono stati i peggiori in campo ed inoltre il primo di questi è un traditore.
    Che se ne ritorni a cernusco!!!

  • 26 gennaio 2011 alle 18:13 - Mirko Robustelli Della Cuna.

    buona kevoooooooooooooooooooooooo