Under 19: Pioltello – Nuova Argentia 28 – 84

“Partita” facile per i nostri ragazzi che impongono il proprio gioco fin dai primi minuti e continuano la loro marcia per il passaggio del turno.

Pioltello, che all’andata ci aveva fatto sudare non poco per portare a casa i due punti, si presenta alla partita senza un paio di elementi e con poca voglia di stare in campo.

Dopo tre minuti il tabellone segna già 0 – 9, che diventa 7 – 23 all’ottavo. A questo punto si ha una timida reazione dei padroni di casa che si portano sul 14 – 23, ma poi si spengono arrivando all’intervallo sotto di 30 lunghezze.

Gli ultimi due quarti servono a Gorgonzola per provare il nuovo schema visto in settimana, che inizia a dare i suoi frutti e sicuramente servirà nell’ultima, decisiva, partita con Segrate.

Prossimo impegno contro l’ostica Melzo dell’ex Zanchi, Martedì 22 Febbraio alle 21.30 al Palazzetto di Pessano.

Parziali: (12 – 23) (7 – 25) (6 – 21) (3 – 15)

Tra parentesi i minuti giocati, asterisco per i primi cinque.

NUOVA ARGENTIA: *Stigliani 9 (19), Nava 6 (18), Gritti 5 (13), *Chizzola 17 (23), *Costa 13 (16), *Ottolini 10 (19), Agrati 6 (16), Magoni 3 (14), De Nuzzo S. (13), *Abate 4 (23), Pazzaglia 8 (13), Robustelli 3 (13). All: Gobbo.

Ste

MATTEO “RAY” STIGLIANI:
Con questa partita dovrebbero mancargli poche triple al primato italiano.
Inebria il piccolo pubblico presente nella zona Bronxiana di Pioltello con giocate di
classe e precisione da cecchino infallibile.
Nelle ultime gare pare infermabile, neppure le querele degli allenatori avversari
riescono a neutralizzarlo.

8 impazzito.

Kevin “Jungle” Abate:
Non vede nel nemico un degno rivale perciò si accontenta giocando puramente di talento,
lasciando in borsa una parte del suo cuore da lottatore.
Non commette errori, anzi, fornisce tanti assist e finalizza discretamente.

6,5 pusillanime.

Ivan “Navi” Chizzola:
Anche lui come il mercenario qua sopra non trova questi grandi ostacoli nel gioco.
Segna abbastanza e si limita a limitare il limitabile.

7- + di Kevo (hihihi).

Stefano “Mitra” De Nuzzo:
L’unico della partita a non segnare ma non importa, perchè la sua bellezza colma
totalmente le eventuali pecche cestistiche che in questa partita non sono certo mancate.

5/6 in carica.

Alessandro “Agrate” Agrati:
Parte con dell’olio nelle mani, nel senso che non azzecca le giuste misure nei tiri da
fuori poi però, quando l’atmosfera champions sale, Ale inizia a carburare e a giocare bene.

6,5 diesel.

Matteo “Ben” Nava:
Finalmente ha la possibilità di calcare la scena per più tempo rispetto alle ultime uscite.
Anch’egli non può dare il meglio di se’ poichè dall’altro lato non ci sono i presupposti tali per far si’ che Vincenzino progredisca con le marce.

Il suo sconfinato senso tattico gli fa chiamare l’attacco alla zona anche quando gli altri difendono a uomo. E facciamo canestro!! Lui lo sapeva fin dall’inizio…

6+ okkey.

9 per le chiamate

Andrea “Best friend” Gritti:
Dopo l’errore di battitura qualche ora prima del match (non sto a spiegare), Andrea entra in clima partita.
Entra e insacca pure una magnifica tripla grazie all’assist di uno dei più forti italiani in circolazione, ovvero Chizzola.

Quando gli avversari chiamano lo schema “testa” lui risponde “Dimmi!!”

6+ Gritti love Mirko.

Mirko “Padovani” Robustelli:
Tra i Robustelli, in questa partita, non è certo lui a farsi sentire di più.
Infatti il mitico Venanzio ha qualcosa da ridire all’arrogante giocatore avversario che, al posto di pensare a giocare, da’ inutilmente retta al pubblico ospite.
Comunque Mirko non gioca male ma non fa nulla per esser ricordato negli annali.

6- per lui
10 per Vena!

Andrea “Multinazionale” Ottolini:
Evidentemente a Pioltello si produce il burro migliore del campionato, infatti il grissino dal numero 14 squaglia la burrosa difesa avversaria con continue penetrazioni e contropiedi.

7+ affamato.

Stefano “PortaBirre” Magoni:
Gioca anch’esso di più del solito e lo fa senza troppe pretese.
Non forza e stuzzica con tutto il mio favore il numero 5 avversario.

Anche lui riesce a chiamare “pugno” contro la uomo!! Applausi!!

6 intimidatore.

Simone “MSC” Costa:
Molti dei suoi punti vedono come origine i passaggi dell’ammiraglio Abatangelo e, lui lo ringrazia con un bacio appassionato nello spogliatoio…(questo non è vero ma ci stava comunque!).
Partita normale.

6++ = 6,5 Bob silenziatore.

Luca “Manita” Pazzaglia:
Con quelle sue doti fisiche e talvolta tecniche avrebbe dovuto lacerare gli anticorpi della palestra di Limito, in via Palermo, Lombardia (MI), Italia, Europa, Mondo, Sistema Solare, Galassia, Universo e UniKevo; invece non lo fa.

6 vabbe’…

Coach Stefano Gobbo:
Una volta infuso in noi l’evitare rimonte imbarazzanti, si limita a girare i propri uomini, godendosi lo spettacolo in prima fila.

6,5 Mozart

P.S. Negli spogliatoi è stato creato una sorta di inno al basket gorgonzolese, dove ogni componente della squadra deve fare un verso o pronunziare il nome di un compagno; il tutto all’unisono.
Presto sarà su Youtube…

Ivan

+Copia link

One Response to “Under 19: Pioltello – Nuova Argentia 28 – 84”

  • 16 febbraio 2011 alle 16:16 - Matteo Stigliani.

    ivan hai ragginuto l’apice con queste pagelle…non puoi fare di meglio mi sa!!!!
    bob tramezzino