Prima Squadra: Nuova Argentia – Segrate 61 – 41

OTTICA BRAMBILLA – SEGRATE 61 – 41 (20-13, 42-26, 50-30)

OTTICA BRAMBILLA: Palumbo 11, Abbiati, Ghezzi 2, De Nuzzo 2, Medea 8, Lafragola 7, Raspanti 2, Brambillasca 10, Pozzi 15, Mazzocchi 4. All: Gobbo

Che non fosse una partita come le altre lo si poteva capire da molti indizi: squadre presenti in palestra un’ora prima della gara, sguardi concentrati per tutto il riscaldamento, spettatori veramente numerosi in tribuna. E per completare l’opera, l’Ottica ha giocato una delle migliori partite della stagione, approfittando delle assenze tra le fila degli ospiti senza andare troppo per il sottile. La mancanza di un paio di pericolose guardie segratesi consente a coach Gobbo di aumentare il tonnellaggio del quintetto iniziale e la differenza fisica si fa sentire subito: Pozzi, Brambillasca e Palumbo confezionano il primo break, con Raspanti che si dedica a far girare la squadra e Mazzocchi che si occupa del lavoro di supporto. Dall’altra parte è il solo Vezzoni che cerca di tenera la propria barca in linea di galleggiamento, ma quando le rotazioni cominciano a diventare determinanti, Segrate è davvero troppo corta, mentre l’Ottica trae energia da ogni nuovo ingresso in campo. Chiuso il primo quarto con un vantaggio di sette punti, i padroni di casa allungano decisamente il passo nei seguenti dieci minuti, quando vanno a segno praticamente tutti gli effettivi,  anche contro la zona schierata dagli ospiti. In tre minuti l’Ottica piazza un break di 8-0 e chiude sul +16 il secondo quarto, dopo venti minuti giocati ad un livello eccellente. Nella ripresa la partita cambia volto, salgono in cattedra le difese e per cinque minuti non si segna più: in questo frangente i ragazzi di Gobbo sono bravi a sigillare il proprio canestro, poi in attacco è un nuovo parziale di 6-0 a portarli sul +20. L’ultimo quarto si apre e si chiude con due bombe di capitan Medea, che mettono la parola fine su questa partita: si guarda il tabellone, che segna +20 e l’Ottica resta al comando del girone, dimostrando di avere tutte le carte in regola per rimanere protagonista di questo campionato. Ancora una volta la forza di questa squadra è stata la completezza d’organico, perché se è vero che il quintetto base apre bene le danze, è altrettanto vero che chi entra a partita in corso mantiene alti livello ed intensità di gioco, e questo può succedere solo se durante la settimana si lavora bene in palestra, proprio grazie a tutta la rosa, incluso chi il campo fa fatica a calcarlo.

PROSSIMO TURNO: CARUGATE – OTTICA BRAMBILLA

02/03/2011 ORE 21.30

PALESTRA VIA DEL GINESTRINO

CARUGATE

CLASSIFICA:

OTTICA BRAMBILLA, SAN DONATO 20 p.ti;

SEGRATE(*),  S. ROCCO MZ., A-TEAM MZ. 16 p.ti;

INZAGO 12 p.ti;

CARUGATE,  MACHERIO(*),  VIGNATE(*) 10 p.ti;

TREZZANO ROSA 4 p.ti;

ARCORE, EQUIPE 83 MZ.(*) 2 P.TI;

In assenza del miglior pagellista ad Est di Milano, mi pregio di contribuire una tantum…

Palumbo (11 punti, 30 minuti)

Attacca con più lucidità del solito nel primo tempo, poi nel secondo si accontenta di annullare il suo avversario e di prendere qualche rimbalzo e qualche botta qua e là. voto 7+

Abbiati (, 19 minuti) e Raspanti (2, 22 minuti)

Decidono autonomamente di tirare il minimo indispensabile, perché tanto ci sono gli altri che la mettono. Ma ragazzi, due playmaker così ce li abbiamo solo noi. Voto 7,5

Ghezzi (2, 14 minuti)

Resta deluso dall’assenza di Valsecchi e all’inizio si vede, poi comunque qualcuno da infastidire lo trova sempre e in più segna al volo in carpiato: inimitabile. Voto 7

De Nuzzo (2, 13 minuti)

Il lungo più picchiato del campionato non si smentisce e ne prende ancora tante un po’ da tutti: punching-ball. Voto 6,5

Medea (8, 14 minuti)

Sarà perché anche gli avversari gli portano rispetto, ma entra nel secondo quarto e si vola a +15, riappare nell’ultimo e si arriva a +26, con due fiondate da 7 metri: Capitano. Voto 7,5

Lafragola (7, 15 minuti)

27/02/2011: Federico Lafragola insegue un avversario in contropiede, lo raggiunge e gli fa anche fallo: storico. Poi platealizza la protesta e i compagni ringraziano per la mangiata. A tempo perso impartisce anche qualche lezione d’attacco alla zona. Voto 7,5

Brambillasca (10, 24 minuti)

Tira col 70% dal campo, non perde palloni (anche perché i compagni ora sono dotati di guantoni), e già basterebbe, ma in più dall’altra parte del campo sbatte la porta in faccia a chiunque gli capiti a tiro. “Not in my house”. Voto 8

Pozzi (15, 25 minuti)

Con i suoi compagni di merende (Dani e Pietro) pascola abbondantemente nella difesa ospite nel primo tempo. Il resto serve solo per centrare l’ennesima doppia-doppia della stagione (11 rimbalzi). Voto 8

Mazzocchi (4, 24 minuti)

In un terzo quarto di magra per tutti gli altri, mette a segno i suoi punti, tira giù i suoi rimbalzi e piazza la stoppata quotidiana: solido. Voto 6,5

Coach Gobbo

Se i ragazzi hanno imparato la lezione, il merito è anche del maestro. Palumbo gli rovina la rimessa nuova, lui se la prende un po’ e lo fa picchiare dagli avversari. Bravo a tenere alta la concentrazione di tutti, anche nei momenti più difficili. Voto n.d. (ne riparliamo dopo mercoledì).

Squadra

Partita attesa, preparata, studiata da 15 ragazzi impareggiabili! Grazie a tutti, ma ricordiamoci che siamo solo a -10!

Raffo

+Copia link

3 Responses to “Prima Squadra: Nuova Argentia – Segrate 61 – 41”

  • 02 marzo 2011 alle 08:53 - Raffaele Gerosa.

    Grazie Miglio, ma tu resti inimitabile… coccodè…

    Tranquillo, Pietro, è stato solo un episodio, non lo farò più, prometto…

  • 01 marzo 2011 alle 00:43 - Marco Migliorini.

    Come disse il buon vecchio confucio: quando l’allievo supera il maestro.
    Gerosa: anche lui con lo spirito e il cuore sul campo sfodera una prosa del miglior manzoni con delle pagelle da far accapponare la pelle!!
    Voto: 9 non è un aereo non è un treno non è un missile é “the chicken” raffo

  • 28 febbraio 2011 alle 21:05 - Pietro Brambillasca.

    Grande Raffo!!!!! davvero nulla da invidiare alle pagelle di miglio…. e soprattutto da quando fai i complimenti a noi?!?!?!? grandissimo….