Prima Squadra: Macherio – Nuova Argentia 54 – 60

Ottica Brambilla: Cabot, Abbiati, Ghezzi 5, Palumbo 20, Lafragola, Migliorini, Raspanti 13, Mazzocchi 6, Pozzi 2, Brambillasca 14. All. Gobbo.

Bella vittoria per l’Ottica Brambilla in quel di Macherio, contro una formazione esperta che ha creato più di qualche grattacapo alla squadra di coach Gobbo. Macherio che, ricordiamolo, per ben due volte ha battuto la seconda piazza San Donato. Partenza a razzo degli ospiti, con Palumbo e Raspanti a guidare le danze a suon di canestri, seguiti da una tripla di Ghezzi che provoca un sensibile allungo sul 19-10. Macherio si riprende in fretta e con qualche palla recuperata e dei buoni attacchi ricuce il distacco ed addirittura passa in vantaggio a metà del secondo quarto grazie ad un bel parziale di 11-2. L’Ottica è in difficoltà, ma riesce a chiudersi bene in difesa, limitando le principali bocche da fuoco degli avversari, mentre dall’altra parte del campo ci pensa Palumbo a rimettere le cose a posto, trovando buoni canestri che facilitano un contro parziale di 7-0 e permettono agli ospiti di arrivare all’intervallo lungo in vantaggio di 3 punti.

La pausa sancisce l’abbandono della partita da parte di Pozzi, alle prese con le conseguenze di un attacco allergico, cosicchè Gobbo è costretto ad abbassare ulteriormente il proprio quintetto, ma il terzo quarto è il momento migliore di Brambillasca, che con otto punti tiene i suoi sempre avanti, nonostante i continui tentativi di rimonta dei tenaci avversari.

L’ultimo periodo vede le due squadre segnate dalla fatica, e soprattutto i padroni di casa perdono lucidità in attacco (soli 3 punti in 5’ di gioco), mentre l’Ottica si complica la vita sbagliando un’enormità di tiri liberi (8 su 21 nel quarto), lasciando aperti i giochi fino all’ultimo minuto, quando poi Mazzocchi e Palumbo dalla lunetta mettono la parola fine all’incontro.

Restano ora due impegni prima della conclusione del campionato, ottanta minuti da affrontare sempre al massimo per non compromettere nulla, ora che il traguardo si è ancor più avvicinato.

 

Gobbo: cerca inspiegabilmente di mettere in campo anche Miglio, ma gli dèi del basket ascoltano la preghiera dei presenti ed intervengono per evitare disgrazie rubando il fischietto all’arbitro. Per farsi perdonare sacrifica il suo amuleto Cabot sull’altare della vittoria e porta a casa due punti preziosi. Prometeo. Il voto è sospeso fino alla fine del campionato.

Migliorini: dopo mezz’ora passata sulla sedia dei cambi senza riuscire ad entrare è un po’ annoiato e trova un gustoso diversivo alla serata prendendo le difese di un Mazzo fin troppo educato quando quest’ultimo si becca uno schiaffo da un avversario. Ma nonostante ci metta tutto il suo impegno, la rissa sfuma e si deve accontentare degli insulti a distanza. Fratellone. Voto 8,5.

Menzione d’onore per Chicco Bigatti, che si offre volontario per dirottare Baghi verso Varese, a scapito della propria incolumità. Stoico.

Raffo

+Copia link

0 Responses to “Prima Squadra: Macherio – Nuova Argentia 54 – 60”