under17:basket nuova argentia-pall.concorezzo 61-63

parziali:12-16,9-20,13-14,27-13

tabellini: Longoni 5, Boggio, Del Monaco12, Baudini, Villa 19, Fornasari 1, Maraschi 3, Farina 8, Bazzo 2, Frattini 6, Boffa 3, Passera 2

E’ giusto a mio parere metterci la faccia soprattutto quando si perde e quando si affronta un momento difficile,senza nascondersi dietro frasi del tipo:una partita storta dove niente è andato come doveva…perchè gli avversari vanno rispettati ed elogiati quando se lo meritano e quando dando tutto quello che hanno, ti battono o vengono battuti.

Sabato siamo usciti noi sconfitti dalla bella sfida contro Concorezzo.Per cui come primissima cosa voglio fare i complimenti ai ragazzi del Concorezzo per la bella vittoria e il primato in classifica conquistato.Venendo alla partita,il primo quarto è davvero un brutto spettacolo,noi partiamo estremamente molli,senza grinta e senza convinzione,ma fortunatamente i nostri avversari anche se approcciano nettamente meglio non concretizzano quasi mai,e non prendono in mano l’incontro…gli errori sono tanti da entrambe le parti e la maggior fisicità a rimbalzo degli ospiti gli permette di finire con 4 punti di vantaggio un primo quarto di sostanziale equilibrio.

Tuttavia Concorezzo stava gicoando piu aggressivo e con un attacco fluido che non si faceva impensierire dalla difesa molle dei padroni di casa…Gli ospiti ben piantati in difesa con una zona molto statica e fisica,impediscono ai giocatori di Gorgonzola di superare il loro momento di appannamento,in quanto occupando bene tutti gli spazi costringono a tiri da fuori i Gorgonzolesi che sbagliano e quasi mai riescono a inpensierire gli ospiti a rimbalzo d’attacco.

A questo punto meritatamente Concorezzo si sblocca in attacco dove fino a quel momento viveva grazie alle iniziative del bravissimo numero 10 (Bosisio), mentre in un amen tre triple di altrettanti attaccanti Concorrezzesi solcano un break importante e alla fine decisivo tra le due formazioni.Troppo molli in difesa noi,troppo spazio per i tiratori avversari e troppe palle perse in attacco con passaggi molli e prevedibili..non c’è grinta in panchina,mentre gli ospiti ad ogni canestro esultano come se fosse stato vinto un mondiale(caricati anche dal meno 37 dell’andata,e dalla giusta voglia di rivalsa).

Si cambia uomini con un ritmo frenetico,pescando tra tutti anche coloro che spesso hanno meno spazio,non perchè si da per persa la partita ma per dimostrare che nei momenti difficili tutti sono chiamati a dare una mano e tirare fuori quel carattere che stava mancando..ma purtroppo neanche le rotazioni allargate in questo caso sono efficaci,poichè la situazione in attacco è decisamente ferma e uno contro cinque nessuno può risolvere “l’enigma”.I muri dello spogliatoio di casa tremano ancora…ci si urla che una squadra vera non molla a metà partita,solo perchè si è sotto di 20 non vuol dire che dobbiamo perdere di 40 e perdere la faccia e l’onore,una partita si gioca fino in fondo dando tutto..sempre..e in campo rientra un altra squadra….non ancora quella che consciamo,ma di certo almeno piu convinta e piu grintosa…c’è un terzo quarto dove si inizia a rimettere in moto i motori dell’attacco..ma finalmente si difende si raddoppia,e in attacco si gira la palla..in questo momento un po di imprecisione da sotto e nelle conlusioni dalla media distanza ci fanno segnare solo 13 punti e ci fanno quindi finire il quarto 14 a 13 per gli avversari..ma  ormai la partita ha cambiato padrone…l’Argentia annichilisce gli avversari con una difesa impenetrabile e un attacco che finalmente prende ritmo..per 8 minuti in campo solo i nostri giocatori,con un Del Monaco incontenibile dalla lunga distanza e un Farina trascinatore carismatico a tutto tondo

.Il coach avversario utilizza tutti i suoi time out prima dei 3 minuti finali…ma questo non ci impedisce di effettuare il sorpasso..la rimonta è stata effettuata..nessuno ci credeva..soprattutto i nostri avversari..ma noi non molliamo mai.Grazie a un fantastico pubblico(fosse sempre così,è questo che si meritano questi ragazzi,non di avere sempre gli spalti vuoti e silenziosi) la partita diventa estremamente bella,e anche la tifoseria ospite molto corretta e anch’essa rumorosa rende il clima elettrizzante e spettacolare da vivere.A due minuti dalla fine siamo piu 3,chiamiamo il time out per far rifiatare i nostri,esausti dalla rimonta compiuta,e per spiegare che ora l’importante è non mandare in lunetta una squadra che fino a quel momento nel quarto aveva fatto 6 punti dal campo.

Purtroppo sbagliamo il canestro del piu 5,che sarebbe stato probabilmente decisivo,e invece di gestire il ritmo,cadiamo preda dalle ripartenze del numero 10 avversario che da solo decide che a perdere non ci sta e capisce qual’è la cosa giusta da fare e la fa..prende palla dal rimbalzo e attacca in transizione la prima linea difensiva esausta dei padroni di casa..che commettono per due volte di fila proprio quei falli che erano stati avvisati di non commettere…in attacco forziamo due conclusioni in malo modo e la freddezza e la bravura di Bosisio in lunetta fanno il resto.

Onestamente una vittoria meritata per Concorezzo perchè nell’arco della partita ha dimostrato di essere arrivata piu presente e con piu voglia di vincere,i ragazzi e il sottoscritto lo sanno,e come è giusto che sia rendiamo veramente merito con le consuete strette di mano agli avversari nel finale della partita,complimentandoci con gli avversari..bisogna saper vincere,e non è da tutti,ma anche saper perdere.Inoltre i ragazzi di concorezzo guidati da un super Bovisio meritano la vittoria per non aver ceduto nel momento in cui nell’ultimo quarto la partiva sembrava gli stesse scivolando via dalle mani.Grande reazione e per questo grande vittoria.Ai nostri ragazzi io oltre a quello che ci siamo detti e che resterà tra di noi,dico che io credo fortemente in loro e lo faccio sempre soprattutto quando si perde,quando arrivano le critiche e quando in molti smettono di crederci…Siamo un gruppo unico,e sono sicuro che il cammino che abbiamo davanti è ancora lungo e pieno di soddisfazioni,ma per raggiungerle saranno tanti i sacrifici che dovremmo affrontare giorno dopo giorno,e per farlo ci vuole fame di vittoria e fame di migliorarsi in ogni momento.

Un complimento  a margine è doveroso per Luca Gualandris(coach dell sbt Treviglio under 17 elite) e i suoi ragazzi con cui siamo in ottimi rapporti di amicizia,che hanno battuto la prima in classifica del loro difficilissimo girone elite.continuate così!

+Copia link

0 Responses to “under17:basket nuova argentia-pall.concorezzo 61-63”