Under 19: Nuova Argentia – Monticello Brianza 74 – 61

Nuova Argentia: Castelli 1, Amatemaggio, Mora* 9, Cusimano 6, Zanolini 3, Maiolani* 18, Boffa* 3, Gritti* 8, Brambilla 12, Pozzati 2, Papetti 6, Martella* 6. All: Gobbo.

Secondo vittoria consecutiva per i ragazzi dell’Under 19.

Dopo la convincente prestazione nella prima di campionato, serviva una conferma per capire lo spazio che questa squadra potrà ritagliarsi in campionato.

Dopo un inizio in sordina (6-7 dopo 4′) i nostri ragazzi iniziano a macinare un buon gioco e grazie a qualche facile contropiede il quarto si chiude con un rassicurante +10 (23-13).

Secondo quarto disastroso: in attacco troviamo buone soluzioni (anche se non sempre a segno), ma in difesa manca la giusta concentrazione e gli ospiti trovano troppo facilmente la via del canestro. Non riusciamo a tenere l’1c1 e i ragazzi di Monticello ne approfittano per riportarsi sotto. Al 15′ il tabellone segna il minimo vantaggio per i padroni di casa (31-30). Dopo il secondo time-out i nostri ragazzi si riprendono e all’intervallo il tabellone segna 40-33.

Terzo quarto all’insegna dell’equilibrio, il vantaggio rimane sempre tra i 6 e i 10 punti.

All’inizio dell’ultimo quarto l’allungo decisivo fino al +15, che viene ben gestito fino alla sirena finale.

Fin dal secondo quarto il coach ha iniziato a dare minuti importanti a tutti i ragazzi e, ancor più importante, tutti hanno risposto “presente” alla chiamata dando il proprio contributo per il risultato finale. Sono 30 i punti della panchina e questo è sicuramente incoraggiante per il prosieguo del campionato.

E ora… I PAGELLOZZI

 

Castelli: 7.  Si fa notare molto più in difesa che in attacco, chiudendo con un solo punto dal tiro libero, ma chi viene marcato da lui non segna mai e poi mai. TAPPABUCHI

Amatemaggio: 6. Non una grande prestazione per lui che resta abbastanza in ombra e non riesce a esprimersi come vorrebbe… OPACO

Mora: 7.5. Nonostante non si faccia notare troppo, tranne nei suoi classici momenti di folle amore per il palleggio, il leggendario guerriero dall’aureo ricciolo segna ben 9 punti sfiorando la doppia cifra. Aiuta più di quanto possa sembrare SILENZIOSO

Cusimano: 8- Gente incredula in panchina si chiede cosa sia successo al Cusi. L’ipotesi più diffusa prende il nome di “metanfetamina”, ma anche “cocaina” e “chetamina” sono plausibili. Segna più punti oggi che in tutto il campionato scorso e il pubblico in visibilio può anche ammirarlo in contropiede. Dopo quello sprint è intervenuto il 118 con due bypass e un polmone artificiale, ma l’importante è che ha segnato. DROGATO (by Ste)

Zanolini: 6.5. Dopo il grande ritorno Zanolini regala una tripla che brilla come una perla, ma a parte questo non si nota troppo la sua presenza in campo. SCHIVO

Maiolani: 8. Top score della squadra coi suoi 18 punti, il buon Maio azzecca qualche tripla delle sue e qualche penetrazione forzata che non si sa come vanno a segno, se non per un qualche strano fenomeno metafisico a me sconosciuto. Con la sua calma porta in avanti la squadra con più tranquillità. PARANORMALE

Boffa: 6.5. Parte bene con convinzione, ma dopo un paio di minuti esce per una botta alla caviglia… Da allora non sembrerà più lui nonostante il repentino rientro in campo… Per sfortuna sua e di tutta la squadra. SFORTUNATO

Gritti: 6.5. Parte bene, sembra promettere una grande prestazione ma finisce per chiudere con 8 punti e nulla più, una partita che non lo vede come protagonista… OSCURATO

Brambilla: 7.5. In contropiede il leggendario Dano sfoggia la sua arma migliore: l’infamia. La sua capacità di spuntare da non si sa dove (nemmeno i suoi compagni lo sanno) sempre nel posto giusto sotto canestro gli permettono di andare in doppia cifra, anche grazie a qualche buon assist. INFAMONE

Pozzati:  6.5. La leggendaria esuberanza arbitrale del veterano Pozz oggi non si manifesta più di tanto, e forse manca quella cattiveria nella sua prestazione che non lascia il segno come dovrebbe. PLACIDO

Papetti:  7- Nonostante un discutibile arbitraggio non perde eccessivamente le staffe e riesce a giocare la sua partita mettendo a referto 6 punti, due dei quali a seguito di una passeggiata in area da fare invidia ad Armstrong. LUNARE

Martella: 6.5. Il gigante buono dorme un po’ troppo sui rimbalzi e spreca una serie di alley oop consecutivi imbarazzante, nonostante ciò con la sua stazza porta a casa sei punti e una prestazione leggermente sottotono. SORNIONE

+Copia link

0 Responses to “Under 19: Nuova Argentia – Monticello Brianza 74 – 61”