Il torneo di Ponte dell’Olio

La stagione è appena cominciata, appena 3-4 allenamenti sulle gambe e arriva subito il primo impegno ufficiale della stagione, il torneo di Ponte Olio, categoria 2003-2004.
Stefano cerca di raccattare una squadra, ma in pochi rispondono all’appello. Dei 2004 rispondono presente Thomas,
Giovanni, Alessandro e Simeone, vengono anche aggregati Simone e Riccardo dei 2005 e Tommaso dei 2003.
Il torneo consiste in partite a girone unico tutte in una giornata, quindi decisamente massacrante, considerando che siamo solo in 7 e che anche le altre squadre aggragano diversi fuoriquota (anche di anno 2002). Si gioca all’aperto e sull’asfalto, la giornata è piuttosto calda. Alla fine aderiscono 7 squadre e gli organizzatori optano per il girone unico, quindi 6 partite a testa, con due tempi di 6 minuti, punteggio totale e tempo effettivo. Vediamo come sono andate.
1) ore 10.20 : Ponte Olio – Argentia 6-24
L’esordio avviene contro la locale formazione, che sembra alla portata, il primo canestro è di Riccardo dopo pochi secondi, nel primo tempo i nostri fanno molta fatica e commettono diversi errori, ma nel secondo tempo prendono il largo
e si aggiudicano il primo incontro.
2) ore 11.00 : Gossolengo – Argentia 8-7
Il Gossolengo è un mix di 2002-2003-2004, ma i nostri non si fanno intimorire e partono molto forte, tenendo molto bene in difesa e riuscendo con i baby Simone e Riccardo ad andare a canestro. Nel secondo tempo assistiamo alla reazione degli
avversari, la partita è equilibrata, i nostri cedono per un soffio ma con l’onore delle armi.
3) ore 11.40 : Piacenza Basket – Argentia 10-17
Non c’è un attimo di pausa, partenza lenta dei nostri che appaiono un pò affaticati e chiudono 2-6 il primo tempo, ma nella ripresa tirano fuori la grinta e capovolgono le sorti della partita con un break decisivo e si aggiudicano l’incontro.
4) ore 12.20 : San Gabriele – Argentia 10-7
Ultimo impegno mattutino, arriva il turno del San Gabriele, tutti 2004 con un roster lungo, i nostri vanno subito in difficoltà
e chiudono il primo tempo sull’1-8. Nel secondo tempo arriva la rimonta fino al 7-8, la vittoria è ad un passo, ma non riusciamo a sferrare il colpo del ko e arriva la sconfitta.
Arriva la pausa pranzo, si sa la terra piacentina è da sempre famosa per la qualità del cibo e molti in effetti approfittano. Il bar della piazza propone un padellone di paella davvero molto gustosa e quasi nessuno si sottrae. Poi riprendono le gare
5) ore 14.50 : Città Piacenza – Argentia 12-9
Affrontiamo una squadra interamente femminile 2002-2003 (qualcuna sembra anche più grande). Il primo tempo
termina incredibilmente 0-0 con i nostri sovrastati dalle grintose ragazze piacentine, incapaci però di far canestro. Nel secondo tempo la gara si accende e la maggiore stazza delle avversarie prende il sopravvento, per quanto i nostri riescono a tenerle sulla corda fino alla fine.
6) ore 15.30 : Assigeco – Argentia 40-4
Ultima fatica contro la squadra probabilmente più forte delle 7, la spia della benzina segna rosso pieno, nel primo tempo i nostri  subiscono un mortificante 0-26. Nel secondo tempo hanno una minima reazione evitando il cappotto, ma ormai sono sulle gambe.
Il torneo si conclude con una piccola cerimonia finale, andiamo a casa stanchi ma soddisfatti per la bella giornata trascorsa,
illuminata da un clima estivo, che poco abbiamo visto quest’anno da queste parti.
La nostra squadra ha ben figurato al cospetto di avversari più alti, più grandi e con rose più ampie. Ha potuto giocarsela in
tutte le partite tranne l’ultima. Un grosso bravo a Thomas (instancabile e ultimo ad arrendersi), Simeone (ha macinato chilometri), Alessandro (grintosissimo), Giovanni (una vera furia), Tommaso (una vera piovra sotto il canestro) e ai due baby Riccardo (tornato ad essere un cecchino) e Simone (inesauribile e senza paura anche controi giganti).
Per vedere le foto scattate da Alessandro Giannini, il link è il seguente:
http://argentiabasket.it/photo-gallery/media_search/?search_keys=piacenza&datem=&datey=&author_id=&category_id=&competition=

+Copia link

0 Responses to “Il torneo di Ponte dell’Olio”