L’Under 13 scalda i motori ad alta quota nel torneo di Bielmonte

Prima uscita stagionale per l’Under 13 impegnata nel torneo ‘Basket ad Alta Quota’ nella suggestiva località di Bielmonte (a 1500 m) che si rivela molto probante a livello fisico ma dispensatore di indicazioni per la squadra. I nostri si sono visti costretti ad affrontare una partita in più rispetto alle avversarie nonostante fossero i più lontani da casa, cosa che ha messo alla prova i più piccoli esponenti delle giovanili. Nella prima partita, disputata nella serata di sabato, tutto fila liscio contro Aosta, con un punteggio finale che segna un netto 77-36 ma con alcuni dubbi sul gioco espresso. Dubbi che si materializzano nella partita di Domenica mattina contro Costa Masnaga (che affronterà a sua volta l’intertoto per l’elite) che si rivela un avversario potenzialmente alla portata, come dimostra il parziale -10 recuperato nel secondo quarto, ma che diventa insormontabile per i nostri che si ritrovano al fischio finale sotto di 9 punti, risultato che non rispecchia i valori in campo ma che rispecchia sicuramente la partita. Non è ovviamente finita, con altre due partite consecutive da affrontare nel pomeriggio. La prima contro Venaria, avversario anch’esso alla portata, che però prende il largo nel primo tempo grazie a una mancata aggressività agonistica dei piccoli bianco-blù che non riescono a recuperare nel secondo tempo nonostante la scarica di grinta data da coach Gobbo. L’ultima partita del torneo va vista con occhi diversi; sono molti infatti i giocatori che non possono giocare per vari problemi fisici dati anche dallo stress motorio (non capita spesso di fare 4 partite in meno di 24 ore) ma nonostante ciò in questo incontro quelli disponibili hanno messo tutto il cuore che non avevano messo nei precedenti due, facendo davvero di tutto per gettare il cuore oltre l’ostacolo riuscendo a prendere in mano la partita che scivola loro tra le dita veramente all’ultimo secondo, un po’ per poca lucidità, un po’ per un pizzico di sfortuna chiudendo su un 51-53 che lascia leggermente con l’amaro in bocca e ci relega al quarto posto della classifica.

Tirando le somme si può dire che sia stata una bella esperienza che ha comunque divertito i ragazzi e li ha aiutati a fare gruppo in prospettiva intertoto che si spera venga affrontato con la grinta e la voglia dimostrati nell’ultimo match. Ringraziamo quindi gli organizzatori, in modo particolare Stefano Parolo e Antonio Cordone, che ci hanno permesso di giocare in una location unica e di fare questa bella esperienza. Menzione particolare per il buon Penna, grande protagonista dentro e fuori dal campo, ma soprattutto sul tabellone di gara.

+Copia link

0 Responses to “L’Under 13 scalda i motori ad alta quota nel torneo di Bielmonte”