Pesante sconfitta per la Serie D…

Nuova Argentia Gorgonzola 42 – 74 CUS Milano

Argentia Gorgonzola: Magnani (94) 7, Cirillo 1, Villa (97) 2, Ghezzi M., Abate 4, Raspanti 5, Scaltrito, Minervino 2, Brambillasca P. 6, Pradella (94) 5, Bazzo (97) 1, Cicala (95) 9.
Cus Polimi: Chenet 7, Santi, Tardini 6, Boniolo (94) 6, Benetollo 19, Paccagnella (94) 6, Chessa 10, Torri 2, Giosue’ (94) 9, Sassi 2, Ricchetti (95) 7.

Parziali: 15-15, 10-14, 9-25, 8-20

Una partita decisamente difficile per i biancoblu, quella giocata venerdì sera al Palestrone tra la nostra Prima Squadra e i cosiddetti ingegneri del CUS Milano.
Pronti, via, il nostro 7-0 con tanto di tripla di Magnani, ci lascia ben sperare, ma è solo questione di un attimo e gli ingegneri si fanno subito riagganciandosi alla partita. A 21 secondi dalla fine del primo periodo la tripla di Chessa sancisce l’equilibrio di quella che sulla carta doveva essere una partita combattuta: 15-15 e partita da ricominciare.
Tanti errori, troppi, nella seconda frazione: riusciamo a collezionare solo un 4/12 al tiro dal campo e un eclettico 2/7 ai tiri liberi soltanto in questi dieci minuti. In attacco non era la nostra serata, almeno in difesa salviamo il salvabile limitando i tiratori avversari. A 5 minuti dalla seconda sirena, gli avversari mettono la freccia e iniziano a mettere punti tra noi e loro. Paghiamo di fatto, anche l’infortunio di Pradella che, scivolando, si è procurato un profondo taglio al mento prontamente ricucito dal nostro medico che cogliamo l’occasione per ringraziare.
La pausa a metà, nonostante le parole di Riboldi negli spogliatoi, ci riporta in campo molli: saranno solo 9 i nostri punti nel periodo contro i 25 degli ingegneri. Unica nota positiva è il fatto che di quei 9, 7 punti sono stati del giovane Cicala che impatta perfettamente la sua partita uscito dalla panchina dopo 24 minuti di pazienza.
Avversari stagliati a +20 sul 34-54 e assolutamente nulla la nostra reazione nell’ultimo periodo in cui ci limitiamo a riprodurre i 10 minuti precedenti cedendo il passo ai contropiedi avversari che vanno costantemente a segno.
A -32 si gela, ma non chi si ferma rischia di morire congelato: la testa vola già alla prossima sfida. Dopo due partite in casa davanti al nostro pubblico che anche nella sconfitta ci è rimasto a fianco, per la prossima gara saremo ospiti del Cornaredo.
Passati dalle forche di due squadre a punteggio pieno (Rondinella e Mojazza), oltre che da Buccinasco, i nostri avversari ci aspettano affamati di vittoria non avendo ancora avuto l’onore di indossare la corona dei vincitori. Sarà importante lottare per non essere noi la prima preda dei ragazzi di Coach Troisi e lavorare in allenamento per riequilibrare una difesa che si è lasciata scalfire troppo facilmente nel corso della partita contro CUS.

Il MEGLIO DELLA SERATA: l’ottimo impatto di Francesco sulla partita…giovani, prendete esempio!
Il MEGLIO DELLA SERATA 2: la pizza e gli hamburger nel post partita. Una squadra la si vede soprattutto nella sconfitta: uscire a mangiare tutti assieme è sempre sinonimo di voglia di far bene INSIEME
Il PEGGIO DELLA SERATA: il nostro campo che dire “scivoloso” è un eufemismo. Per chi non c’era, sembrava che ci fossero delle bucce di banana sparse per il campo.

+Copia link

0 Responses to “Pesante sconfitta per la Serie D…”