Serie D: Il derby si colora di biancoblù!!

Basket Melzo 62 – 64 Nuova Argentia Gorgonzola

Basket Melzo: Alberton 10, Beretta 10, Rovelli 17, Tavazzi, Morandi 9, Nembri 4, Ferri (N.e.), Marcotti 3, Brivio (95) 2, Passerini (94) 5, Pirotta (95) 2.

Argentia Gorgonzola: Magnani (94) 14, Cirillo (N.e.), Villa (97) 10, Ghezzi M. 4, Raspanti 12, Scaltrito, Dossi, Brambillasca P. 7, Pradella (94) 14, Bazzo (97) 2, Cicala (95), Mazzocchi 1.

Parziali: 18-20, 12-12, 17-13, 15-19

Ha sapore di magia questo derby: vuoi perché è stato in discussione fino all’ultimo, vuoi perché è il primo della nostra stagione di Serie D, vuoi perché l’abbiamo portato a casa noi, ma a me è parso davvero bello da vedere.
Ritmi alti e fisicità da ambo le parti e si inizia con un ispirato Rovelli che risalta tra le fila di Melzo con 9 punti consecutivi (una tripla) nel corso dei primi tre minuti di gioco. Coach Icio non ci sta e dà la carica ai nostri con un time out da cui usciamo vogliosi di far vedere le nostre capacità. Una tripla di Armin e la salita in cattedra del nostro Teo fanno vedere che ci siamo. Beretta dall’altro lato risponde con un 2/2 ai liberi, ma è entrato in campo Ema e come sempre non c’è n’è per nessuno: con una sua tripla e un assist per Smog saliamo in vantaggio ed è 18-20 sulla prima sirena.
Perfetto equilibrio nel secondo periodo quasi tutto firmato Passerini per Melzo, mentre da noi segnaliamo un’altra tripla del solito Armin, ormai consueto al mestiere, e l’esordio di Mazzo che torna in campo dopo l’infortunio. Il nostro numero 19 – che ci ha fatto rivoluzionare per amor di maglia i numeri degli altri – ha risposto “Presente!” facendosi valere sotto le plance e conquistando due volte la linea della carità: chiuderà con 1/4 ai tiri liberi, ma ci basta…forza Mazzo!
Tornando a noi…si va al riposo lungo sul 30-32 e di ritorno dallo spogliatoio noi sembriamo lasciare la testa nel corridoio: Melzo parte carico e infila il pareggio e la freccia del sorpasso con un canestro del solito Rovelli e un altro 2/2 ai liberi di Beretta. Altro time out a tre minuti dall’inizio del quarto e caricati sulle spalle di Pietro rientriamo in campo e in partita con la testa giusta. Sarà proprio Pietro che, gelido, ci riporterà in parità con un gioco da tre punti, canestro più fallo. La tiritera continua e la partita aumenta ulteriormente di fisicità tanto che prima Teo, poi Pietro sono costretti a lasciare il campo rispettivamente per un dito slogato e una scavigliata. Già la panchina è corta – Ciro non entrerà a causa di uno stiramento – ma noi non demordiamo e pur chiudendo il periodo sotto di 2 siamo ancora lì.
Il quarto periodo per noi è firmato Prado: diciamo che avrebbe potuto tirare anche con le ginocchia e avrebbe segnato comunque…10 dei suoi 14 punti vengono prodotti proprio nell’ultima frazione.
Al 38′ raggiungiamo il massimo vantaggio (55-63), ma Melzo non cede: citando il buon Ghinassi “un tl, una palla persa ma subito recuperata, 2tl di Alberton, Gorgonzola non segna più, tripla con azione solitaria di Beretta e 61-63 a 46″. Ancora Gorgonzola perde possesso in 3″, un altro tl e 1/2 di Pradella per il 62-64”.
Il tabellone offre ancora 14″ da giocare per Melzo: lancio lungo loro che finisce direttamente fuori, rimessa nostra, ma palla rubata da Beretta che però non approfitta della possibilità di impattare o superare avventurandosi nella nostra area e raggiungendo a malapena il ferro da sotto.
Raggiungiamo così la terza vittoria consecutiva e facciamo un passo verso la metà alta della classifica conquistando praticamente il quarto posto condiviso con enne squadre alle spalle di sei squadre…insomma, siamo settimi, ma faceva scena dire che siamo lì vicini alla testa con solo due punti dal terzo posto, quattro dal secondo e otto dal primo saldamente in mano a Rondinella che ha al suo attivo un punteggio pieno di nove vittorie.
Che altro dire? Bravi tutti: non era una partita facile, e anche se avevamo dalla nostra i favori del pronostico, sapevamo che la tana del lupo sarebbe stata ostica da conquistare…ma ce l’abbiamo fatta!

Il MEGLIO DELLA SERATA 1: la grinta di Teo che anche distrutto dai crampi ci mette l’anima
Il MEGLIO DELLA SERATA 2: l’esordio positivissimo di Mazzo!
Il MEGLIO DELLA SERATA 3: le urla liberatorie e gli abbracci a fine partita
Il PEGGIO DELLA SERATA: ahimè la poca educazione negli insulti che abbiamo ricevuto facendo l’urlo da un giocatore avversario…aplomb inglese insomma!

Prossimo impegno per noi: venerdì 28/11 ospiteremo al Palestrone la seconda in classifica, come sempre abbiamo bisogno di voi…Abbiategrasso non sarà sicuramente squadra facile da battere: trascinati dal vostro tifo abbiamo tanta voglia di lottare!!!

+Copia link

0 Responses to “Serie D: Il derby si colora di biancoblù!!”