Esordienti 2003: Nuova Argentia – Usmate 45 – 41

Nuova Argentia: Villa 2, Sirtori 4, Merli M 6, Vulpiani 8, Vergani 13, Marchianò 4, Merli S, Omati 2, Napoletano, Zucchella, Canegrati 4, Fratesi 2. Coach Gobbo, Assistente Napoletano.

Parziali 8-10, 7-4, 15-12, 15-15

Tiri liberi totali 3/16

Tiri liberi: Sirtori 2/7 Vergani 1/4 Fratesi 0/1 Napoletano 0/1 Vulpiani 0/2 Canegrati 0/1

Il gran giorno e’ arrivato. Al palestrone di Gorgonzola va in scena la gara di cartello tra le due regine del girone M della categoria Esordienti 2003, la Nuova Argentia e l’Usmate. Ore 16.20 l’atmosfera e’ quella delle grandi occasioni, via via gli spalti si gremiscono di tifosi. Le squadre entrano sul rettangolo di gioco per effettuare il riscaldamento, la concentrazione e’ a mille, la si legge negli occhi dei blu devils oggi nell’inedita tenuta bianca. Ore 16.40 e’ tutto pronto, l’arbitro scodella la palla in alto e da’ il via alle “ostilita’”.

L’inizio e’ piuttosto contratto da entrambe le compagini, i primi due minuti scivolano senza canestri, a un certo punto Usmate ha un parziale favorevole di 0-6 e la gara sembra complicarsi per i padroni di casa. Finalmente Vergani comincia a macinare gioco inventandosi canestri con tiri di rara precisione e entrate in terzo tempo che bucano la difesa avversaria. Pregevole una sua realizzazione dalla linea dei tre punti che purtroppo viene conteggiata da due, causa regolamento del minibasket che non contempla il tiro dalla distanza dai 6,75. Canegrati ci mette il fisico e aiuta il compagno a tenere la squadra in scia degli avversari, ottimo il fraseggio tra i due che sembra essere tornato a quando in coppia facevano tremare tutte le difese. Stupenda l’azione sul suono della sirena in cui Vergani taglia un buon pallone per Canegrati il quale sbaglia l’appoggio al tabellone non consentendo il pareggio di 10-10.

Seconda frazione che rispecchia la prima, arida di canestri inizialmente, e’ un continuo capovolgimento di fronti ma nessuno riesce a mietere frutti. Capitan Sirtori finalmente riesce a rompere gli equilibri con un canestro che ci permette di andare sul 10 pari. Il tempo scorre, e’ una lotta punto a punto, nessuno riesce a prendere il largo. A un certo punto l’Argentia ha un parziale favorevole che le permette di chiudere il secondo quarto con un risicato +1.

Sale la temperatura nel palestrone e anche il nervosismo da parte della panchina ospite che contesta alcune decisioni arbitrali dell’ottima Linda Moranzoni, che approfittiamo per ringraziare. Gli animi si placano, prevalendo il buon senso di tutti (ricordando che si gioca a minibasket!!!!). L’Argentia continua nel suo gioco fatto di passaggi rapidi e precisi. A un certo punto riusciamo a essere a +7(massimo vantaggio della gara). Purtroppo comincia a pesare il fattore falli, Zucchella e Fratesi terminano la loro gara anticipatamente e anche Vergani rischia di raggiungere i compagni sotto la doccia. Questo influisce psicologicamente ma i nostri leoni riescono a limitare i danni restando alla fine del terzo quarto sopra di 4 punti.

Con questo misero vantaggio sono decisivi gli ultimi 8 minuti. L’Usmate ci crede e cala uno dei suoi migliori giocatori, capace di tenere in allerta l’intera difesa di casa. Il tempo e’ combattuto, veniamo raggiunti sul 37 a 37 a 4 minuti e 25 secondi dalla fine. Sembra che tutto stia per essere perduto, ma ecco salire in cattedra Vulpiani che fin qui ha giocato una buona gara difensiva ma senza riuscire a essere a referto. Inanella una serie di quattro canestri pesanti incrementati da uno di Merli e Marchiano’, l’Usmate tenta di recuperare ma ormai non vi e’ piu’ tempo. La sirena decreta la fine della partita con relativa vittoria dei blu devils per 45 a 41.

E’ stata una gara combattutissima tra due “signore” squadre, nessuno si e’ risparmiato. L’Argentia a parte brevi passaggi a vuoto ha avuto dalla sua una miglior capacita’ di gioco di squadra e di precisione al tiro. Rispetto alla precedente gara contro Busnago stavolta ha saputo attaccare l’avversario riuscendo in molte occasioni a sfondare la difesa. Unica pecca ancora una volta e’ la scarsa realizzazione dalla lunetta con soli 3 canestri su 16. Ma il tempo non manca per riuscire a sopperire a questo handicap. Ora i nostri blu devils si fermano per due settimane con ripresa sabato 21 marzo alle ore 15.00 dove verra’ a far visita loro il Trezzo, squadra battuta agevolmente nel girone di andata.

Radio spogliatoio comunque informa del tentativo di coach Gobbo di recuperare la gara rinviata con Bernareggio B oppure di un eventuale amichevole con Carugate per far si che i ragazzi non restino senza partite per cosi’ tanto tempo. Staremo a vedere, nel caso verrete prontamente informati sugli sviluppi della cosa. Arrivederci alla prossima sfida!!!

+Copia link

0 Responses to “Esordienti 2003: Nuova Argentia – Usmate 45 – 41”