Esordienti 2003: Nuova Argentia – Trezzo 78 – 26

Nuova Argentia: Villa 16, Vergani 6, Vulpiani 12, Merli M. 9, Merli S. 2, Bertolotti 6, Omati 6, Sirtori 6, Zucchella 4, Fratesi 2, Marchiano’ 7, Baciu 2, Lupia, Rigillo.
Coach Gobbo, Assistente Napoletano.

Parziali 16-4, 16-10, 15-11, 31-1.

Tiri liberi totali 2/5
Tiri liberi Merli M 1/3 Marchiano’ 1/2

Archiviato ormai il girone di andata con ottimi risultati (imbattuti),sabato pomeriggio arriva l’Aurora Trezzo 1966 a dare il via alla prima di ritorno, compagine agevolmente sconfitta nel mese di gennaio. Coach Gobbo per l’occasione convoca 14 giocatori tra cui quattro aquilotti 2004. Il pubblico come ultimamente e’ quello delle grandi occasioni, anche gli avversari hanno un buon seguito che li incita dall’inizio alla fine. Primo quarto con un inizio di studio da entrambe le parti, il gioco non decolla e a farne le spese e’ il risultato arido di canestri. Finalmente ecco uscire i blu devils che dopo aver scaldato le mani escono alla grande con incursioni in area avversaria di tutti gli elementi impiegati. Villa sembra essere tornato il motorino instancabile della squadra, Vergani seppur realizzando poco e’ abile a nella fase difensiva e a mandare i compagni a referto, Merli ruba palloni a tutto spiano. Questa la chiave di svolta del primo quarto che vede i padroni di casa chiudere nettamente in vantaggio. Il secondo quarto come da regolamento vede in campo un nuovo quintetto. Marchiano’ e’ inarrestabile con incursioni che spezzano in due la difesa di Trezzo, Fratesi e’ il solito mastino difensivo che seppur poco appariscente svolge un ottimo lavoro utile a fermare i tentativi di attacco avversari. Zucchella sfrutta la sua altezza per conquistare il maggior numero di rimbalzi sotto canestro. La “pratica Trezzo” e’ archiviata gia’ a meta’ gara, ormai annichiliti gli ospiti tentano di reagire nel terzo quarto, nel quale realizzano il loro maggior numero di canestri. Infatti i ragazzi di coach Gobbo (causa probabile l’ormai vittoria certa) hanno un calo di concentrazione con conseguenti errori di passaggi, ma soprattutto e’ la fase difensiva che lascia molto a desiderare. Nell’ultimo quarto il coach cala i suoi pezzi da novanta, ma a sorpresa lascia inizialmente a riposo il duo V-V Vergani-Vulpiani che quest’anno hanno tirato il gruppo in ogni gara senza quasi mai un minuto di riposo. Il quintetto iniziale e’ composto per 4/5 da aquilotti 2004, col solo Villa a rappresentare la categoria Esordienti. Questi non fanno rimpiangere la scelta di Gobbo, macinano canestri su canestri. L’ingresso dei due giocatori precedentemente citati non tarda a venire, anche loro contribuiscono alla grande a rendere lo score del tempo ancor piu’ netto, Vulpiani con la sua imponente mole si fa largo tra le maglie Trezzesi, Vergani si concede il lusso per la seconda volta nella stagione di mettere un bomba dai 6,75 metri che per regolamento del minibasket vale due punti. Il suono della sirena salva gli ospiti da una possibile tripla cifra.

Questa partita ha evidenziato i progressi di tutti, anche di coloro che fin qui si sono visti poco, frutto di allenamenti svolti in maniera seria. Da tenere presente anche la differenza di valori in campo delle squadre fin qui affrontate a eccezione di Usmate con la quale si e’ giocata una partita vera dalla quale e’ scaturito l’ottimo carattere dei nostri blu devils.

Mi permetto di analizzare una cosa che a mio parere spesso si verifica in partita. Gli aquilotti 2004 fin qui impiegati non sono ancora riusciti ad adattarsi al gioco dei compagni piu’ grandi che da anni ormai si distinguono per il gran gioco di squadra. Loro sono ancora votati ad azioni solitarie che spesso vanno a scontrarsi col “CREDO” del coach. Cio’ non toglie loro le grandi doti cestistiche che possiedono. Attualmente chi si e’ integrato alla perfezione nei meccanismi di gioco e’ Bertolotti che di partita in partita cresce sempre di piu’. Con questo chiudo la mia analisi.

Ora attendiamo l’arrivo al palestrone della DI PO Vimercate in serie positiva da tre turni di vittorie consecutive, per cui non bisogna abbassare la concentrazione, restando sempre sul “pezzo”, non sottovalutando l’avversario. Appuntamento domenica 29 marzo alle ore 15,00 al palestrone a tifare i nostri eroi.

+Copia link

0 Responses to “Esordienti 2003: Nuova Argentia – Trezzo 78 – 26”