Esordienti 2003: Nuova Argentia – Brugherio 87 – 9

Nuova Argentia. Canegrati 7, Zucchella 8, Sirtori 11, Rigillo 2, Merli 14, Marchiano’ 8, Napoletano 4, Villa 8, Vulpiani 17, Fratesi 4, Omati 2, Bertolotti 2, Baciu, Bindellini. Coach Gobbo. Assistente Napoletano.

Tiri liberi di squadra 5/21 (due di Merli annullati però per veniale infrazione di linea).

Parziali dei quarti: 32 – 0; 15 – 5; 14 – 2; 26 – 2.

Si torna al Palestrone per giocare quella che, sulla carta, pare la partita più semplice del campionato contro la Cenerentola del girone. In campo si respira aria di vacanza ma i coach, al termine di un riscaldamento troppo blando, richiamano i ragazzi alla massima attenzione.
La prima bella notizia della giornata è il ritorno in campo di “BIG” Luca che, fregandosene dei consigli del fisioterapista e della cerimonia della comunione a cui è invitato, si presenta in palestra per dare il suo contributo… e come in un bel film, poco dopo la palla a due, è proprio lui a segnare il primo canestro della partita dopo soli 40” di gioco. La differenza fisica in campo si vede, Tom svetta a rimbalzo d’attacco segnando pregevoli canestri, Merli tra alti e bassi porta il suo, Davide controlla i ritmi e quando può segna e fa segnare con Franz pronto a realizzare, Thomas e Marchianò smistano assists per i compagni e difendono spendendo falli (ovviamente contestati da entrambi, è sempre colpa dell’arbitro …. )
Il primo quarto non ha storia, l’eccellente gioco di squadra e la difesa portano ad un eloquente 32 – 0. Bellissimo il gioco di gruppo espresso da tutti, con il tentativo (riuscito) di coinvolgere Big al rientro che, senza alcuna paura per il polso, si è battuto (e buttato !!!) come al solito.
A questo punto Roby si alza dalla tribuna e, nonostante avesse voluto giocare tutti i quarti, BIG ci deve lasciare per la cerimonia….
Comincia il secondo quarto e, come al solito, si assiste ad un calo di concentrazione soprattutto in fase difensiva. La mancanza di palloni recuperati porta a pochi possessi in attacco nei primi minuti. Prima Villa con la sua velocità e poi Vulpy con la sua potenza fisica (da rimarcare le sue cavalcate propriamente dette in contropiede) portano ulteriormente avanti l’Argentia. In difesa Matteo, Giovanni e Ricky azzannano i lori avversari e cercano di alzare l’intensità, Lucian prova diverse soluzioni in attacco sfiorando la realizzazione.
Al termine della seconda frazione siamo 47 – 5 e anche l’allenatrice del Brugherio comincia a diminuire il tono di voce facendo la felicità del pubblico (e non solo il nostro ….)
Dopo un breve intervallo si ricomincia. Il coach mischia i quintetti, provando nuove soluzioni con l’intenzione di responsabilizzare il più possibile tutti i giocatori. Arrivano canestri anche da Thomas e Ale e la lista dei giocatori a referto si allunga, segno di un gioco di squadra sempre più valido. Alcune cose sarebbero da correggere durante il quarto ma, sul + 50, non ci pare il caso di chiamare minuto.
Verso la fine del quarto due episodi degni di nota. Il coach, momentaneamente distratto da un paio di pantaloni in pelle nera in prima fila …., mi chiede chi dovesse entrare e, dopo un rapido sguardo la risposta è: ALE & FRANZ…. Ovvia l’ilarità della situazione ……
A due minuti dalla fine Linda fischia un fallo ad un giocatore avversario e, purtroppo per lui, è il quinto; Fabio Villa, inflessibile, dal tavolo alza la paletta ma, questa volta, nessuno lo considera. Cerca in tutti i modi di richiamare l’attenzione di arbitro e giocatori ma viene ignorato e il gioco continua con il ragazzo che, alla fine, farà pure il sesto fallo continuando fino al termine.
Si arriva all’ultimo quarto partendo da 61 – 7. Pare strano ma i nostri tornano ad essere aggressivi come nel primo quarto. Si segna a ripetizione, tutti e sei vanno a referto, si gioca ancora di squadra con buoni passaggi in contropiede e assist sotto canestro. Purtroppo Linda fischia il quinto fallo a Marchianò e stasera Marco dovrà sopportare le lamentele del figlio fino a tarda notte !!!! Giovanni segna sulla sirena, il tavolo si perde due canestri sempre per colpa dei pantaloni in pelle e la partita giunge al termine sul punteggio di 87 – 9.
I nostri toccano il massimo punteggio mai realizzato in una partita di campionato e forse i frutti di un anno di lavoro in palestra cominciano a vedersi.
Adesso ci si sposta in quel di Pesaro dove, con ogni probabilità, incontreremo avversari di ben altra levatura e questo sarà un ottimo banco di prova per testare i nostri progressi. Se il calendario sarà confermato si giocherà la prima venerdì 1 maggio alle 21.15 contro Asti; speriamo che i nostri non si stanchino troppo tra mare e shopping durante la giornata !!!!!

+Copia link

0 Responses to “Esordienti 2003: Nuova Argentia – Brugherio 87 – 9”