2005 a San Giuliano: L’Argentia porta a casa la coppa!!!

Arriva, nella giornata di Halloween, l’appuntamento con il torneo di San Giuliano. Si parte in gruppo alle 13,30. La nostra semifinale è quella di apertura contro il Segrate.

ARGENTIA – SEGRATE 4-0 (83-6)

Parziali : 21-2,22-2,18-2,22-0

La partita ha poca storia, troppa la differenza tra le due squadre, i nostri dominano tutte le frazioni con largo punteggio e conquistano agevolmente la finale.

A questo punto abbiamo due ore prima della finale e l’unico problema diventa quello di tenere a bada i nostri 12 leoncini, vivaci come sempre dentro e fuori dal campo.

Nell’altra semifinale il Vigevano domina contro il San Giuliano e ci raggiunge in finale dando l’impressione di essere una buona squadra. Il pensiero di tutti è che ci sarà da soffrire, del resto le coppe vanno anche guadagnate. Nella finale per il terzo posto prevale nettamente il San Giuliano.

Arriva la finale, facce tese, ma agguerrite durante il riscaldamento, entrambe le squadre vogliono vincere.

ARGENTIA – VIGEVANO 3-1 (42-20)

Parziali : 8-12,6-0,14-0,14-8

Nel primo tempo il coach schiera Pippo-Betti-Paolo e Chiara. Il quartetto avversario è ostico, forte e fisicamente ben messo, i nostri soffrono molto, ma non si perdono d’animo e lottano. A metà tempo siamo 4-4. Poi arriva un allungo avversario, i nostri provano ad inseguire, ma commettono qualche errore di troppo e al suono della sirena devono cedere per 12-8.

Inizia il secondo tempo, la nostra curva è in silenzio, bisogna reagire subito. Il coach schiera Spino-Matte-Ricky-Marty. La partita è spigolosa, entrambe le squadre difendono bene, il nostro Spino tranquillizza i compagni, sradica palle agli avversari e lancia bene il contropiede. E’ proprio lui ad aprire le marcature, prima di lanciare Matte in contropiede e portare la squadra sul 4-0. Si attende la reazione avversaria, ma i nostri sono bravi a difendere l’area e a costringere i vigevanesi a tiri difficili. Un altro canestro di Spino fissa il punteggio sul 6-0 alla fine del tempo. Raggiunta la parità la nostra curva riprende fiato.

Nella terza frazione il coach opera una serie di cambi, i nostri vanno subito avanti grazie ai bei canestri di Paolino e della nostra formidabile Chiarina, imprendibile per gli avversari, che accusano un black-out e incassano un 14-0 finale che dà una svolta decisiva alla partita e fa intravedere al coach l’ennesima coppa.

Nella quarta frazione il coach non abbassa la guardia, i nostri non sono capaci di gestire e continuano ad attaccare, il nostro totem Spino è una macchina da guerra, conquista e lancia palloni a volontà, Bigattino si infila in spazi strettissimi, Filippo limita il valido n.26 avversario. Finisce 14-8 e la coppa è conquistata con la curva che ora può rilassarsi e finalmente esultare. E’ il primo trofeo per Giorgio, il nostro vice-coach arrivato meno di 2 mesi fa, buono l’affiatamento con il coach Alessandro. Ora una breve rassegna sui protagonisti :

Chiara : premiata come miglior giocatrice del torneo; questa ragazza non finisce mai di stupire con la sua morbida leggerezza sotto canestro che fa sembrare facili cose molto difficili.Ormai non teme più nemmeno i colossi e non sbaglia una giocata.

Spino : il nostro totem tuttofare al servizio della squadra, sempre pronto a raccogliere palle dalla spazzatura e a lanciare in contropiede i compagni. Oggi lucidissimo in quasi tutte le scelte e addirittura miglior realizzatore.

Pippo-Paolo-Betti continuano a tenere bene la categoria superiore, oggi hanno un po’ sofferto la fisicità avversaria, ma non si sono mai persi d’animo riscattandosi alla grande nella terza frazione. Giocano sempre a memoria.

Lance e Riccardo : di loro si dice che sono un po’ timidi, oggi non me ne sono accorto, dalla grinta con cui conquistavano contese e falli. In grande crescita e fiducia.

Matteo e Andrea : sono 2006 anche loro, ma non si vede, entrambi molto veloci e pronti ad aggredire gli spazi senza alcuna paura delle stoppate e di prendere tiri difficili. Protagonisti.

Martina : non ha l’altezza di Chiara, ma sopperisce con grinta e applicazione. Impressiona un 2/2 dalla lunetta e la sicurezza nel tiro da sotto. Ovviamente non molla mai un pallone, ma questa non è una novità.

Luca : ormai perfettamente inserito fa valere il suo fisico, prende tanti rimbalzi, non disdegna il lavoro sporco, sempre più consapevole dei propri mezzi.

Simone Perretta : se alimentato a dovere è capace di tutto, i compagni lo incitano e lui esalta le folle. Ogni sua azione genera un’ovazione. Continua così.

Che dire! Arriva un’altra coppa, non è come quella di Pesaro, ma è simbolo della grande valildità di un lavoro che, giorno dopo giorno, continua a dare i suoi frutti, con sempre più attori protagonisti. Difficile trovare una squadra con 12 elementi tutti in grado di andare a segno. Questo gruppo è destinato a fare le fortune dell’Argentia, troverei oculato in futuro continuare ad investire su di loro, dato che giocano insieme da 3 anni, si trovano a meraviglia dentro e fuori dal campo e sono trascinati da un gruppo di genitori fantastici che li trascinano ovunque con grande entusiasmo.

Foto di Claudio Somazzi.

+Copia link

0 Responses to “2005 a San Giuliano: L’Argentia porta a casa la coppa!!!”