Un tranquillo week end di paura…

Ed eccoci al giorno tanto atteso, la semifinale contro il temutissimo Cinisello al palazzetto di Brugherio… La tensione e’ alle stelle, i muscoli dei bambini tiratissimi, visi concentrati pronti a giocare quella che sara’ una delle piu’ entusiasmanti e intense partite dell’anno… LA FOSSA degli Scoiattoli unita e compatta esplode in un tifo mai visto con la presenza anche di mamme mai viste in tribuna in trasferta, tra cui mia moglie che per l’occasione sfoggia una capigliatura da urlo, anzi da stadio.

Primo parziale combattutto con un quartetto tattico che raggruppa potenza (Marcus il cigno), tecnica (Luca C.), furia della natura (Manuel il barbaro), e intelligenza (Emanuele), tutto intenzionato a fermare le furie rosse nella loro meta’ campo e a ribattere le loro incursioni devastanti ma soprattutto inaspettate… Niente da fare 3 a 0 il punteggio per il Cinisello che meritatamente chiude il primo tempo. A nulla sono servite le cadute pirotecniche del Manuel dotato di scarpe antisdrucciolo che con grande spirito di sacrificio quasi materno non riesce a concretizzare in due occasioni clamorose, scivolando anche su un parquet appena lucidato qualche minuto prima dai nostri avversari… Anche la palla sembra impazzita, il Cigno non riesce a tenerla per piu’ di qualche secondo tra le mani (sara’ l’emozione e le urla del papa’ dalla tribuna), in piu’ sara’ per la sua fama di grande giocatore, lo marcavano in quattro , allenatore compreso e il ragazzo non decolla con un solo terzo tempo all’attivo non andato a buon fine… Luca ed Emanuele coprono bene, limitano i danni ma signori oggi c’e’ il Real Madrid del basket e non si fanno prigionieri!

Secondo tempo alla riscossa con Francesco, Davidino muscolino, Maestro e Super Martino, voi direte DAI CHE li asfaltiamo e invece ci impacchettano con un bel 5 a 2 anche se troppo generoso ma qui oggi si suda e si lotta, non c’e’ tempo per rilassarsi.. Persino il nostro amato Maestro non trova la quadra e fatica ad arrivare sotto canestro (la mamma incredula e leggerissimamente tesa in tribuna dice ad alta voce… Ma p……a per quella p……..a! che per i telespettatori che si mettono in collegamento solo ora vuol dire’ Pazienza per quella pizza’, cosa avete capito mal pensanti?? L’afflizione cala su di noi genitori e forse anche sui nostiri Scoiattoli ma…

Entriamo nel terzo tempo e CHE TEMPO!! Adrea P, (la nostra molla d’acciaio e anche uomo sky di oggi), Fabio la torre, BOCCOLO d’oro e il ritrovato Simone (amante forse piu’ del famosissimo gioco ‘palla prigioniera’ che del basket) ci danno di quelle sensazioni indescrivibili, giocando alla grande un basket da NBA freddando l’entusiasmo delle furie rosse che gia’ stavano stappando i succhi di frutta negli spogliatoi credendo di aver gia’ vinto), 5 a 0 per l’Argentia e tifo da far vibrare tutti i seggiolini del palazzetto, 2 a 1 e inizia la incredibile rimonta con a capo la molla che stordisce il Cinisello rovinandogli la festa, 10 in pagella per il nostro eroe, oggi vero condottiero!

Dai dai dai, entriamo nel quarto tempo e il Maestro sale in cattedra e insieme a muscolino e a S. MARTINO (rima non voluta tra l’altro) contribuisce alla vittoria con un secco 4 a 0; E’ il delirio, la curva dell’Argentia esplode, volano mamme, seggiolini, trombette, qualsiasi oggetto anche non identificato, l’atmosfera del palazzetto e’ incontenibile, si urla, si canta, si balla la Macarena, 2 a 2 signori, il Cinisello non crede ai suoi occhi ma alle sue orecchie si visto il tremendo tifo gorgonzolese!

Il quinto tempo ci riporta sulla terra e il coraggio dei nostri piccoli eroi non placa l’ira avversaria che non ci sta e ci batte anche se di misura, 3 a 2 per le furie rosse… L’ultimo tempo e’ da infarto… In tribuna si fanno i conti, si tirano fuori calcolatrici, pallottolieri, spunta fuori anche un vecchio commodore 64 e chi ha la mia eta’ se lo ricorda bene, si capisce che basta un canestro… Si solo un canestro e vinciamo e lì mia moglie perde i sensi (bella sensazione direi) investita da un ansia che in confronto la sveglia del lunedi mattina alle 6 le fa un baffo… Resistiamo sullo 0 a 0 fino all’ultimo minuto che come un pugnale dietro la schiena ci trafigge un due centri avversari che sa di amaro ma anche di miele, si perche’ oggi l’Argentia 2007 ci ha fatto sognare e vivere bellissime emozioni…

Grazie lo stesso, bravi ragazzi!!

PS la mia amata moglie si e’ risvegliata… Aiutoooo!!!

A domani, stesso posto, stesso seggiolino!!

+Copia link

0 Responses to “Un tranquillo week end di paura…”