Aquilotti 2005: Sant’Angelo Lodigiano – Nuova Argentia (13 – 60)

parziali : 0-7,3-18,4-6,0-14,4-10,2-5

Dopo il trionfo di Brugherio e i relativi festeggiamenti prende avvio il campionato competitivo, novità di quest’anno. La prima partita ci vede impegnati in una lunga trasferta a Sant’Angelo Lodigiano. Nel mezzo della fiera di Santa Caterina ci muoviamo alle 13.50, tutti insieme come al solito.

Il palazzetto di Sant’Angelo è un gioiello, la curva è un pò sguarnita, mancano Antonia, Anna, Paola, Patrizia…optiamo ancora una volta per il doppio striscione dopo il successo di domenica.

Dopo un breve riscaldamento che denota un po’ di tensione, si parte.

Primo tempo : Gerom-Danilo-Spino-Somaz

I nostri partono contratti, non conoscendo l’avversario, lasciano palleggiare fuori area tenendo bene le posizioni. Danilo apre le danze infilando il primo vantaggio, 2-0. Poi replica Spino servito da Somaz. 4-0. Gli errori si susseguono, potremmo avere un largo vantaggio, ma in compenso difendiamo bene. Nell’ultimo minuti arrivano altri punti e chiudiamo con un buon 7-0. La curva sarà anche sguarnita, ma ci facciamo sentire, eccome, anche con la tromba se necessario.

Secondo tempo : Leo-Luca-Davide-Betti

Presa consapevolezza di un avversario alla portata la squadra comincia ad allentare la tensione. Luca e Leo sembrano indemoniati e cominciano ad infilare un canestro dopo l’altro. Il punteggio cresce così come le urla di incitamento dalla curva. Mettiamo all’angolo gli avversari che non riescono ad arginare i nostri devastanti contropiedi. Il risultato è un 18-3 di ottima fattura, che stende la squadra lodigiana.

Terzo tempo : Biga-Ricky-Lance-Ale

Il Lodigiano mette in campo la sua torre, un colosso di circa 1,70 che comincia a crearci problemi, andiamo subito sotto 1-0, ma una piroetta di Ale ci riporta avanti. A metà tempo siamo 2-2, è una frazione molto combattuta, Biga salta l’uomo e fa 4-2, ma gli avversari rispondono, 4-4. Mancano 20 secondi, il pareggio

starebbe anche bene, ma non a Biga che continua a provarci e alla fine trova lo spunto vincente 6-4 e suona la sirena.

Quarto tempo : Fede-Ricky-Luca-Leo

Il coach vuol chiudere e ripropone subito la coppia Leo-Luca che continua a martellare, prendiamo subito il largo, inconsistente la reazione avversaria, i nostro aumentano il ritmo, arrivano anche due bei canestri di Ricky. Al suono della sirena il tabellone dice 14-0 e sancisce la prima vittoria stagionale nel campionato.

Quinto tempo : Biga-Gerom-Danilo-Davide

Risultato acquisito, ma il coach incita ancora i suoi. Gli avversari abbozzano una reazione e rimangono in scia, almeno per mezzo tempo, ma poi i nostri allungano, va a referto tutto il quartetto con un bel canestro allo scadere di Davide. 10-4.

Sesto tempo : Spino-Somaz-Ale-Lance

Il colosso lodigiano viene affidato a Spino e fa subito canestro. I nostri vanno in difficoltà, tante le imprecisioni sotto canestro, ora sembrano stanchi. Spino mette dentro un libero, 2-1. Mancano 2 minuti e arriva il canestro del sorpasso di Ale, 3-2. I nostri controllano la reazione avversaria e Lance chiude i giochi. 5-2.

Prima vittoria in campionato, piuttosto sonante. La squadra inizialmente ha un po’ sentito la tensione, era l’esordio nel campionato competitivo, nella loro testa si affrontano solitamente squadre fortissime. Sono entrati in campo insolitamente contratti, ma poi col passare del tempo si sono sciolti e hanno offerto scampoli di spettacolo puro. Un minimo calo di tensione dopo la grande impresa di Brugherio ci poteva stare, ma volevo riflettere su un particolare. Il coach oggi non aveva, per motivi vari, Paolo, Pippo e Chiara. Ha avuto Spino, Betti e Danilo in una giornata normale, eppure riesce a dilagare ugualmente trovando grandi risposte da tutti gli altri, con exploit di Luca e Leo, a testimonianza di un gruppo di grande qualità, con ampie possibilità di assortimento dei quartetti e soprattutto grandi potenzialità che ancora ci sono.

Domani si replica al palestrone contro il Carnate, altro giro altra corsa, altra squadra nuova da conoscere e da affrontare senza alcun timore.

Gaetano Spinelli.

Foto a cura di Alessandro Giannini.

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2005: Sant’Angelo Lodigiano – Nuova Argentia (13 – 60)”