Tornado ARGENTIA!

Partita o merenda?

Sembrerà strano ma quella contro il Malaspina è stata più di una semplice amichevole, quasi una gita di piacere sia per i nostri Scoiattoli che per i genitori a seguito. Ritrovo a San Felice in questa bellissima struttura super accessoriata con ogni tipo di comodità a iniziare dalla reception da quattro stelle super dove una splendida hostess (scherzo, era una sessantenne ma ben rifatta) ci ospita con un sorriso facendoci accomodare su divani lussuosi ed estremamente comodi in pelle umana… Però! Che bella accoglienza, iniziamo bene… Dopo un caffè offerto gentilmente da papà Miele (padre di Manuel e mio compagno di curva) ci avviamo verso il campo da basket (esattamente 36km dal bar) passando per piscine varie e riscaldate, campi da tennis, saune stile Cocoon (per chi non lo conoscesse film storico dell’85 dove gli anziani ringiovanivano immergendosi in acqua ma in questo caso gli anziani visti sono rimasti tali), campi da golf, biliardo, sale da scacchi, maneggi e ristoranti di classe… E lì scatta a tutti una domanda… CHISSA COME SARA’ IL CAMPO DA BASKET? Domanda che trova subito una risposta tremenda… Come il nostro a Gorgonzola, addirittura senza tribune, si perche’ i poveri genitori presenti si sono dovuti accontentare di una sedia di plastica, verde e stile giardino e posizionate sotto i due canestri (io mi sono seduto in braccio al nonno di Riccardo per esempio) ma va bene così…

Si parte, entrano Manuel (Conan il distruttore), S. Francesco (mio patrono preferito tra l’altro ma questa è un’altra storia), Leo il tulipano nero e S.Tommaso che finche’ non vede non ci crede (bella anche la rima dai) e tramoriscono gli avversari con un 6 a 6! Voi direte solo un pareggio? Ma no è molto di più, è l’inizio della fine, gia perchè i 6 tempi successivi saranno solo una bellissima routine per i nostri piccoli amici andando a vincere ben 46 a 14, altro che Malaspina, il dolore e’ stato tutto loro!

Nel secondo parziale entra un quartetto dove la pietà non è di casa, Muscolino, super Riccardo Mario Buratta, il Maestro e il nostro Carl Lewis Matteo A, se la giocano che e’ un piacere come se fossero in allenamento durante la settimana, deliziando gli spettatori non paganti sulle tribune, anzi no sulle sedie, come a un battesimo in qualche cascina del posto e vincendo con un netto 12 a 2, S P E T T A C O L O!! Da segnalare l’ottima prestazione di Riccardo che con le sue inaspettate veroniche (giravolte spaziali) difende come un mastino i suoi compagni nella fase di attacco, 8 in pagella la sua partita, grande spirito da gladiatore e capelli sempre in ordine (ma che gel usera’?)

Terzo tempo all’insegna della serenità con quattro elementi che faranno parlare molto i giornali quest’anno, Fabio il gigante buono detto Bulldozer, Matteo Molgora per tutti noi il piccolo lord, Luca occhi di ghiaccio Cataldi, e Francesco P, l’uomo della provvidenza. Che tempo gentili telespettatori, che tecnica, che precisione, meglio dei noti marines americani, spietati come le teste di cuoio francesi, simpatici come i nostri carabinieri chiudono con un secco 6 a 0, complimenti e ….un ringraziamento speciale va a Francesco P, che con il suo canestro da 3 mancato per un soffio mi fa cadere dalla sedia all’indietro per la troppa emozione trascinando con me il povero nonno di Riccardo B colpevole solo di tenermi in braccio tutta la partita…

La partita resta bella ed emozionante, il tulipano nero migliore dei suoi nel quarto tempo ride e si diverte portando con se’ lo spirito unico di questa squadra capitanata da Massimo Decimo Gobbo, comandante in capo dell’argentia basket, 8 1/2 in pagella il voto di oggi, STATUARIO!

Bella la prestazione di Tommaso, il ragazzo copre bene, si muove come un ghepardo e passa la palla come se scottasse, si proprio cosi, appena gli arriva lui non fa assoli ma la fa girare, bravo Tommy cosi si fa, il gioco di squadra e’ il tuo sport!! 9 in pagella e una promessa: la prossima partita avrai il bagno vicino alla panchina!

E Matteo M? Il terzo Matteo della squadra, ma solo per ordine alfabetico, dimostra di essere un difensore di tutto rispetto, infastidendo in tutti i modi gli attacchi avversari e non solo, durante un contropiede creato da lui non crede ai suoi occhi e si ritrova in zona tiro in prossimità del canestro avversario, da cineteca la sua espressione quando ha realizzato il tutto, 8 il voto al piccolo lord!

Bravi tutti e alla prossima!!

+Copia link

0 Responses to “Tornado ARGENTIA!”