Under 13: Stezzano – Nuova Argentia 37 – 54

MISSIONE COMPIUTA !!!

In quel di Stezzano si gioca l’ultima giornata del girone di qualificazione per il campionato Under 13. A guardare la classifica sembra che ormai sia tutto scritto ma, purtroppo, non è così. Una brutta partita potrebbe condannarci a scivolare dal 2° al 4° posto precludendoci così la soddisfazione di qualificarci per la successiva fase nel girone Silver.

La settimana di allenamenti è stata molto positiva e intensa e le premesse per fare bene ci sono tutte.

I ragazzi arrivano al campo con largo anticipo, comincia il riscaldamento e si notano alcuni giocatori poco “intensi” per usare un eufemismo… come al solito per i nostri la mattina non ha l’oro in bocca ma solo sogni che si protraggono fin oltre la sveglia.

E infatti l’inizio è, come sempre, a rilento. Lo starting five vede in campo Vulpy, Merli, Cigno, Villa e Mattia; nonostante le informazioni, che davano gli avversari molto dotati fisicamente, una volta tanto siamo noi ad essere superiori sotto questo aspetto. Stezzano gioca bene, con una buona circolazione e ottime penetrazioni uno vs uno dal centro; la nostra difesa non morde, lasciamo l’area completamente sguarnita favorendo le scorribande dei black, mancano gli aiuti (che non vengono mai nemmeno chiamati), non riusciamo a tenere il primo cambio di mano nel confronto diretto. Dall’altra parte è una storia già vista; si gioca da soli, nessuna circolazione di palla e, al momento di tirare, la paura ha la meglio sulla lucidità e sbagliamo canestri a ripetizione. Per fortuna anche i nostri avversari non sono molto precisi e chiudiamo sotto di “soli” 4 punti, 10 – 6.

Con Verga, Stefano, Big, Marchia e Fratesi cominciamo il secondo tempo; l’inizio non ci fa illudere. Errori difensivi e poche conclusioni in attacco. A 4’ e 39’’ dal termine del quarto siamo sotto 18 – 11 ; time out. Qualche consiglio tecnico e un rientro con più aggressività e in 30 ‘’ recuperiamo 5 punti tornando a – 2 e nei nostri si fa largo l’idea che ce la possiamo fare. Il tempo volge al termine e siamo ancora a – 4 con un pareggio nel quarto e il risultato che dice 21 – 17.

E’ ora di dare la sveglia, quella vera; se potessimo io e Carlo lanceremmo ai ragazzi secchiate di acqua fredda per farli riprendere. Vogliamo far passare un concetto chiave; il punteggio finale non conta nulla, l’importante è giocarsela come si è in grado di fare dando sempre il massimo. Il risultato poi vien sempre da se ma almeno si ha la certezza di averci provato. I primi due quarti sono stati l’esatto opposto di questo principio; giocate individuali e poco spirito di sacrificio per sé e per la squadra. Ormai lo sappiamo, la nostra forza non è il singolo, non abbiamo il fenomeno di turno da 30 punti a partita, ma se ognuno porta il suo mattoncino alla causa i risultati alla fine si vedono.

E come sempre, negli ultimi due quarti quelli che tornano in campo sono altri 12 ragazzi, fratelli lontani di quelli visti poco prima.

Stezzano va a + 6 ma i nostri adesso hanno capito come difendere, recuperiamo ottimi palloni e anche in attacco la palla gira trovando spesso il compagno nella migliore situazione; apriamo il campo con il penetra e scarica e prima Stefano e poi Verga colpiscono da fuori. Ancora Verga in momento di grazia segna con la punta del piede sulla riga da tre impattando il risultato, poco dopo con penetrazione mancina segna il primo sorpasso. Vulpy fa valere il suo fisico e Merli aggredisce in difesa recuperando palloni. Poco alla volta riusciamo ad incrementare il vantaggio. Vinciamo il quarto 17 – 8 e ci portiamo a + 5.

L’ultimo quarto partiamo subito forte, siamo a + 9 e, nel giro di pochi minuti, il parziale recita 34 – 48 per noi. Rimessa da metà campo, palla a Verga che subito scarica a Stefano sotto canestro, contatto subito ma palla che entra nel cerchio….. spettacolo …. in due secondi una potenziale azione da tre punti !!!! L’arbitro fischia e …… infrazione di 3 secondi in area !!!!! A me non resta che mettermi le mani nei pochi capelli che ho e, onestamente, anche i tifosi avversari restano allibiti….

Fa niente, ci rimettiamo all’opera mentre il cronometro scorre inesorabile verso la fine. Ancora un po’ di passione dovuta a una rimessa assurda regalata agli avversari e a distrazioni a rimbalzo, ma ormai è finita. Ci restano ancora 8 secondi e 8 decimi per l’ultima azione, Vulpy porta palla in attacco con l’idea di congelare il punteggio ma all’ultimo istante le urla che scandiscono il countdown dei compagni e l’invito a tirare prendono il sopravvento e il ragazzo scaglia un missile verso il tabellone…. CANESTRO DA TREEEEE !!!!!

LA SQUADRA si riversa in campo come un fiume in piena e corre ad abbracciarlo, si festeggia la tanto sudata vittoria, il secondo posto nel girone e, forse, l’idea della pizza o della torta che domani Vulpy porterà agli allenamenti.

Alla fine il risultato è 37 – 54.

Per gli amanti di questa statistica il computo dei tiri liberi di oggi è 5/23….

Un elogio assolutamente dovuto a Stezzano che ci ha fatto capire cosa vuol dire crederci fino alla fine; hanno combattuto per tutta la partita anche quando il parziale era a loro sfavorevole avendo in mente il loro obiettivo che, in caso di vittoria oltre i 7 punti, li avrebbe portati al secondo posto.

Ancora una volta abbiamo dovuto soffrire per tutta la partita dopo aver regalato due tempi agli avversari, salvo poi recuperare nella seconda metà di gara. Adesso ci attende un girone molto stimolante con avversari di livello contro cui non potremo permetterci il lusso di giocare due quarti su quattro.

E io mi domando ancora una volta… ma se giocando a tratti male questi ragazzi riescono a portare a casa sempre la partita, quando riusciremo a trasformarli in veri giocatori di basket cosa mai potranno fare ?!?!?! Ribadisco, il GRUPPO c’è e potenzialmente ha enormi margini di miglioramento; per ora abbiamo fatto un piccolo step con questa qualificazione, adesso cominciano i primi esami e dobbiamo continuare a credere in loro perché di soddisfazioni ce ne stanno davvero regalando !!!

E adesso godiamocela tutta questa soddisfazione, da squadra che lo scorso anno, pur vincendolo, disputava il campionato non competitivo, a GRUPPO che adesso si giocherà il Silver contro alcune delle migliori formazioni della Lombardia.

1, 2, 3, INSIEME !!!

+Copia link

0 Responses to “Under 13: Stezzano – Nuova Argentia 37 – 54”