Aquilotti 2005: Nuova Argentia – Desio 3 – 3 (42 – 39)

parziali : 6-8,8-1,6-3,5-10,12-1,5-16

In una domenica piena di appuntamenti e che potrebbe essere definita Argentia Basket Day si comincia con un match di cartello contro il Desio. I nostri aquilotti sono chiamati ad un impegno difficile dopo la splendida doppietta della settimana scorsa. La squadra brianzola si presenta con un roster interamente 2006, ma non per questo è meno temibile. Settimana sfortunata per Matteo e Gerom, entrambi presenti sugli spalti con le stampelle, un augurio a loro per un pronto e immediato rientro.

Primo tempo : Pippo-Leo-Betti-Chiara

Il Desio mette i nostri in soggezione e partiamo piuttosto contratti, il quartetto ospite appare mobile e ben messo in campo. Chiara apre le marcature, ma il Desio risponde subito. Botta e risposta, poi canestro di Pippo e siamo 6-4 a poco più di un minuto dalla fine. Il pressing ospite è asfissiante i nostri perdono la bussola e subiscono il pareggio. Proviamo a vincerlo e ci buttiamo in avanti, ma su un capovolgimento di fronte prendiamo canestro grazie ad un buco difensivo. Perdiamo la prima frazione di misura, ma la partita è ancora lunga.

Secondo tempo : Spino-Biga-Paolo-Ale

I nostri entrano in campo con il sacro furore agonistico e mettono subito sotto il Desio, Spino inventa e Biga trasforma, andiamo subito 4-0, costringendo l’allenatrice avversaria a chiamare timeout. Il Desio prova a spingere, ma i nostri chiudono tutti varchi in area, potremmo chiuderla ma siamo troppo imprecisi, tiro libero del Desio e andiamo 4-1, ma Paolo va a bersaglio e poi perla di Ale, andiamo 8-1 e Desio annichilito e incapace di reagire, con i nostri davvero super.

Terzo tempo : Luca-Lance-Lollo-Ricky

Partita rimessa sui giusti binari, ora ci vuole una spallata, la partita comincia diventare spigolosa, fioccano i contatti, ma i nostri non si tirano indietro, Apre le danze il Desio, ma Luca dalla lunetta ci tiene in piedi, 2-2. Rimbalzione e sottomano di Lance e andiamo 4-2. Il Desio si avvicina pericolosamente sul 4-3, ma Luca inventa un canestro e rimanda indietro gli avversari. Forcing finale avversario che si infrange nel muro difensivo che i nostri oppongono e così chiudiamo 6-3 alla sirena e partita che si mette bene.

Quarto tempo : Pippo-Betti-Paolo-Chiara

Il coach vuole chiuderla e si affida ai canonici quattro che in genere spezzano le partite. Oggi però qualche meccanismo non è ben oliato e i nostri subiscono la fisicità del Desio, Pippo non è il solito muro e Betti appare alquanto intimorito, mentre Chiara si innervosisce per le continue trattenute. Il Desio si porta rapidamente avanti sul 6-2, il solo Paolino sembra ispirato e riavvicina i nostri, ma il Desio è implacabile e respinge in ogni modo i nostri attacchi. Finisce 10-5 per gli avversari, tutto da rifare, prossimi due tempi decisivi.

Quinto tempo : Spino-Biga-Leo-Ale

Difficile partire meglio, in 20 secondi siamo 4-0 con la premiata ditta Biga-Spino. Desio accusa il colpo, potremmo dilagare ma siamo troppo imprecisi da sotto, a metà tempo Biga ci porta 6-0, ma per quanto prodotto dovremmo avere ben altro vantaggio. I nostri continuano a spingere, Spino smarca Biga, canestro, 8-0, poi libero del Desio e infine arrivano i canestri di Ale e Leo a coronare una frazione con i fiocchi, 12-1 e seria ipoteca sulla partita.

Sesto tempo : Luca-Ricky-Lollo-Lance

Abbiamo 14 punti da gestire, ma dopo 30 secondi siamo già 0-4. Notiamo che il Desio ha ancora qualche cartuccia da sparare, il coach prova ad assestare le marcature, ma la difesa fa acqua, a metà temo siamo 1-8, ancora a distanza di sicurezza, ma è ancora lunghissima. Il canestro di Lollo pare spegnere gli ardori di Desio, ma arriva un tremendo uno-due e andiamo 3-12. Manca un minuto e mezzo, la curva è incredula, la partita sembra sfuggire di mano, i nostri non prendono più un rimbalzo, i 4 del Desio spingono come forsennati, a un minuto dalla fine ci hanno quasi raggiunti 3-16. Le nostre coronarie vanno in difficoltà, il tiro del sorpasso avversario si spegne sul ferro, ma mancano ancora 30 secondi, riusciamo ad allontanare palla dalla nostra area. Da una contesa Ricky recupera una palla vagante e trova un’autostrada verso il canestro, terzo tempo e palla che si infila! 16-5, torniamo a +3. I disperati tentativi del Desio non sortiscono effetto, il suono della sirena pone fine alla grande sofferenza, si alternano euforia nella nostra curva e delusione in quella ospite.

Vittoria di prestigio, ma quanta sofferenza! Il filotto di vittorie continua e neanche il Desio riesce a fermare la nostra corazzata che abbatte ogni ostacolo che trova davanti. Partita molto combattuta, lo si sapeva, bravissimi i giocatori del Desio a crederci fino alla fine, non bisogna mai abbassare la guardia contro queste squadre, capaci in ogni momento di cambiare l’inerzia della partita. Luci e ombre tra i nostri. Da rimarcare la grinta e la corsa, un po’ meno la lucidità, troppi i canestri sbagliati che ci avrebbero garantito un finale più tranquillo. Come spesso accade scarse percentuali ai tiri liberi e tanti i rimbalzi offensivi concessi. I nostri, poco abituati a marcature strette e ai limiti del fallo, si sono spesso innervositi perdendo in qualche caso la testa, ma in queste gare occorre in primis essere lucidi, il che avrebbe impedito quel finale scellerato che ci stava per costare la partita. La partita è di quelle istruttive che ci dà alcuni spunti di riflessione, che il coach non mancherà di approfondire in settimana.

Foto a cura di Dexter Malabanan

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2005: Nuova Argentia – Desio 3 – 3 (42 – 39)”