Aquilotti 2005: Posal – Nuova Argentia 3 – 2 (46 – 45)

parziali : 6-6,8-6,12-9,12-9,4-7,4-8

Appuntamento domenicale a Sesto per l’ennesima sfida contro la Posal, diventata ultimamente la nostra bestia nera e pertanto la partita si prospetta impegnativa nell’insidioso parquet locale. In curva si registra qualche assenza, ma sediamo compatti, pronti all’ennesima battaglia.

Primo tempo : Spino-Biga-Lance-Ale

Inizio subito duro, la Posal è ben messa in campo, Spino fa fatica a fare gioco, gli spazi sono pochi. Ci mettiamo del nostro sbagliando un paio di tiri da sotto, mentre gli avversari non perdonano e si portano sul 4-0. Il coach chiama timeout e prova a dare una scossa. Qualcosa succede, Ale fila in contropiede e segna, 4-2. Spino completa la rimonta con un canestro da sotto. Manca un minuto, ma gestiamo male palla e in contropiede prendiamo canestro, 6-4. Sembra finita, ma sul filo della sirena Biga inventa una parabola che si insacca a ciuffo. 6-6.

Secondo tempo : Pippo-Betti-Paolo-Ricky

Inizio lampo con percussione di Pippo fermato con fallo, dentro un libero. Cominciamo a muoverci meglio e a trovare qualche spazio, in cui si infilano Paolo e Pippo, a metà tempo siamo 5-2 e sembriamo tenere, ma gli avversari cominciano ad attaccare con decisione, facciamo fatica a contenere e prendiamo due canestri che girano la frazione, ora sotto 5-6. Pippo pareggia con un libero. 6-6. Ultimo minuto, il play avversario punta diretto Pippo che tiene bene, ma nulla può sul gancio dell’avversario di ottima qualità. Proviamo a riacciuffare ma perdiamo palla banalmente e la frazione è persa.

Terzo tempo : Luca-Danilo-Lollo-Matteo

Piove sul bagnato. Il 23 avversario è incontenibile, Danilo ci prova, ma dopo neanche due minuti ha già 3 falli e dobbiamo già rincorrere. Il coach risistema le marcature, ma siamo sotto 2-6. I nostri giocano a viso aperto e provano a correre, si riavvicinano, ma non riescono a completare la rimonta e quindi all’intervallo siamo sotto 2-0.

Quarto tempo : Spino-Lance-Lollo-Luca

E’ come scalare l’Everest, il coach avversario prova a chiuderla schierando insieme i due migliori. In un batter d’occhio andiamo 0-4. Poi Luca mette un libero, ma la Posal risponde, 1-6. Spino rompe gli indugi e prova a riaprirla, sottomano vincente poi tiro dalla media 5-9. Lollo riceve palla da Spino e infila il canestro, ma ci fanno canestro in tutti i modi. Ultimo sussulto, arriviamo a 12-9, che poi sarà il punteggio al suono della sirena, che vuol dire sconfitta.

Quinto tempo : Pippo-Betti-Fede-Ricky

La squadra prova a rendere più leggera la sconfitta, subito canestro di Pippo, poi risposta avversaria, le due squadre continuano ad avere grande intensità, come se fossero all’inizio. Betti trova i canestri dell’allungo, la Posal prova a riavvicinarsi, ma Ricky oggi è un leone, strappa palloni e mette dalla lunetta il tiro della sicurezza. Accorciamo le distanze.

Sesto tempo : Biga-Lance-Danilo-Matteo

Si combatte ancora. Apre le danze Biga, 2-0, poi sorpasso avversario, 2-4. Sembriamo mollare, ma la scossa arriva da Matteo, che fino a qualche giorno fa aveva le stampelle, grandi i suoi due canestri che ci riportano avanti, 6-4. Ultimo minuto trepidante, i nostri sono più lucidi e Danilo si concede a fil di sirena un tiro da tre punti!!! Vinciamo anche questo tempo.

Arriva la seconda sconfitta in tre mesi, nulla di grave, il totale dice 46-45, quindi sconfitta di misura. Certo è che contro la Posal continua a mancarci sempre un passettino per riuscire a stare davanti. La nostra squadra oggi ha reso un po’ al di sotto degli standard, non siamo riusciti a difendere con la giusta intensità e abbiamo sbagliato troppo da sotto. Ma oltre al punteggio totale anche gli scarti dei tempi sono stati veramente minimi. Vero è che quasi in ogni tempo dovevamo rincorrere e in molti casi ci siamo fatti prendere dalla frenesia. Forse abbiamo capito troppo tardi che si doveva giocare più in velocità, il gioco che sappiamo fare meglio, senza il quale siamo destinati a soffrire un notevole gap fisico, come centimetri e chili. In ogni caso la squadra ha dato tutto, è uscita dal campo stremata, consapevole di averci sempre provato. La strada è quella giusta, qualche incidente di percorso non può mettere in discussione che siamo una buona squadra, che continuerà a darci soddisfazioni.

Foto di Dexter Malabanan.

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2005: Posal – Nuova Argentia 3 – 2 (46 – 45)”