Aquilotti 2005: Bernareggio – Nuova Argentia 1 – 5 (32 – 45)

Solita domenica con pranzo da dimenticare, o meglio dimenticato, avendo mangiato solo due cucchiai di risotto al volo col ritrovo al palestrone alle 13.20!!! Solito torpedone, solito caffè terrificante al bar della palestra di Bernareggio, solito allenatore-ovunque il barbuto Lello, solito Ferri ciondolante in tuta e… Solita vittoria per i nostri mini campioni! Ma con ordine:

1′ frazione: Pippo a casa oltre ai due cucchiai di risotto si è mangiato un paio di arachidi ed entra in partita in maniera Super, due difese delle sue e due volate a canestro, la seconda in particolare sgusciando tra la difesa schierata dei rossi locali. Sotto di 4 dopo 1 minuto subiamo la reazione avversaria mantenendo però il controllo della partita. Chiara nell’insolita versione playmaker fa giostrare quelli che ormai viste le ennemila partite giocate insieme potremmo definire i suoi “ragazzi” Pippo&Betti e quest’ultimo per non essere da meno del gemello di parquet comincia a martellare da fuori trovando 3 ottime conclusioni. 4-10 e fieno in cascina.

2′ frazione: Bernareggio pressa maledettamente e non ci fa respirare ma il canestro rimane un miraggio, Spino rimasto ingolfato dal piatto di tagliatelle di mamma Patrizia mangiate mezze a tavola e mezze in macchina sogna un bicchiere di Citrosodina per digerire. L’unico che vede il canestro, sempre da fuori, in questi interminabili 6 minuti è Luchino Termine che lancia un missile risolutore. Sofferta. 0-3 (con libero di Spino).

3′ frazione: Entra Danilo che allarga sontuosamente gli spazi, c’è Lance detto Matrix perché pressa così furiosamente che sembra che ce ne siano 10 in campo e poi lui Paolino Arsenio Nodari in onore della mitica scarpetta rossa nr.8 Mike D’ Antoni, che festeggia a suo modo gli 80 anni dell’ Olimpia, cominciando a bombardare da fuori come mai fatto finora. 5 conclusioni che fanno sobbalzare Abramo&Antonia onnipresenti sugli spalti tanto che ha fine partita Lello rivelerà a Ferri “manco in C Gold ci sono queste percentuali di tiro da fuori”. Morale della favola 5-10 il finale.

4′ frazione: Dopo l’intervallo Ale cerca di sfruttare la vena di Paolino e lo rimette subito e la scelta gli dà ragione. Movimenti rapidi e difesa arcigna e nemmeno il parquet scivoloso ci ferma. Betti, da buon discepolo del suddetto, prosegue col tiro da fuori, autentico piatto forte della giornata. 5-8 il finale è vittoria in ghiaccio.

5′ frazione: Stesso tema del primo tempo col quartetto di Bernareggio più ostico e asfissiante. Equilibrio pressoché totale spezzato solo da due sottomano di Chiara che appoggia in maniera soffice la sfera nella retina. 2-4 il parziale.

6′ frazione: I ragazzi di Bernareggio per non far tornare a casa accigliati i propri supporters si lanciano a tutta birra verso il nostro canestro e noi decidiamo di fare lo stesso! Ne nasce un tempo tipo All Star Game dove nessuno difende e si pensa solo a segnare! I rossi ne fanno 16 come quelli collezionati in tutto il resto della partita, 10 per noi.

Ennesima vittoria ed ennesima doppietta di quest’anno. Roster superbo che ricalca in campo il carattere dei nostri due super coach, forte l’impronta sul gruppo e sui singoli. E in una giornata di plausi come non finire con un whatsapp di Ferri: ” Il bello dei nostri ragazzi è che si compensano, a turno hanno il loro momento”. Buonanotte e sogni d’oro!

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2005: Bernareggio – Nuova Argentia 1 – 5 (32 – 45)”