Aquilotti 2005: Nuova Argentia – Posal 3 – 2 (47 – 38)

parziali : 12-0,9-7,2-5,4-8,8-8,12-11

Ultimi fuochi pirotecnici del campionato. Arriva al palestrone, la Posal, una classica di questi ultimi 2 anni. La tradizione non ci è favorevole, solo sconfitte negli ultimi 2 anni. In funzione di questo la partita è molto sentita. Pubblico delle grandi occasioni, Ezio collegato dall’Irlanda, Max da Sondrio e soprattutto arrivano direttamente dalla crociera mamma e papà Giannini, rilassati e abbronzati (beati loro). Il successo al fotofinish dei 2004 nella partita prima della nostra è di buon auspicio. Si parte.

Primo tempo : Pippo-Betti-Chiara-Ricky

I nostri entrano in campo con tanta voglia, una stoppata di Pippo accende subito la partita, sul capovolgimento di fronte assist di Ricky per Betti che segna da sotto 2-0. Poco dopo Chiara in contropiede brucia letteralmente la sua avversaria e deposita a canestro, 4-0. La Posal sembra sorpresa dal nostro ritmo infernale, che continua. Altro contropiede di Chiara e altro canestro. 6-0. Arriva il momento di Pippo, ben imbeccato da Chiara. 8-0. L’allenatore avversario chiede timeout. Alla ripresa la musica non cambia. I nostri continuano ad imperversare, tosti in difesa e veloci in attacco. Splendido uno-due di Pippo che chiude la frazione sul 12-0. La partita si mette davvero bene.

Secondo tempo : Spino-Matteo-Biga-Danilo

Dopo 5 secondi Spino prende già due liberi. Ne mette dentro uno. La Posal prova a scuotersi e si porta subito avanti con un rimbalzo offensivo tramutato in canestro. Spino guida la reazione. Percussione centrale e scarico per Matteo che prende e segna un tiro da 5 metri. 3-2. Danilo serve Spino, altro tiro da 5 metri e canestro! 5-2. Gran parziale dei nostri, il coach avversario chiama timeout. Al rientro i suoi sembrano più tonici, Danilo fatica a tenere il possente n.51 avversario, ma non molla. Canestro ospite dall’angolo. 5-4. Sul contropiede scarico di Biga per Matteo che infila stavolta dall’angolo 7-4. La partita è bellissima. Le conclusioni sono di pregevole fattura. Splendido dai e vai Spino-Biga e canestro di quest’ultimo. 9-4 e Posal che è all’angolo. Gli avversari mettono un libero ed è 9-5. Biga comincia a spadellare e gli avversari si riavvicinano. 9-7 a 1 minuto dalla fine. Spino prova a chiuderla, ma il suo tiro balla sul ferro ed esce. Biga fallisce due liberi, ma gestisce con intelligenza l’ultimo pallone e vinciamo la frazione.

Terzo tempo : Luca-Paolo-Lance-Ale

Frazione difficile con i due terribili gemelli in campo negli avversari. Tuttavia teniamo molto bene, finchè non arrivano due prodezze avversarie che ci mandano indietro. 0-4. Ma i nostri non si perdono d’animo, gancio di Paolino dall’angolo. 2-4 e giochi riaperti. Ammirevole la difesa di Lance e Paolo sui gemelli che non riescono ad allungare. Lafrazione rimane aperta fino alla fine. Purtroppo sprechiamo troppo in attacco e non riusciamo a costruirci buoni tiri. Un libero avversario sancisce la nostra sconfitta, ma con onore, in questa frazione. All’intervallo si va sul 2-1 a nostro favore.

Quarto tempo : Pippo-Betti-Chiara-Ricky

Il nostro coach ripropone i 4 del primo tempo, mentre il coach avversario cambia qualcosa. La frazione appare equilibrata. Si fa molta fatica. Pippo lascia sul posto il suo avversario e deposita a canestro, ma sul capovolgimento di fronte Chiara viene bruciata dal velocissimo n.49 avversario. 2-2. La partita è spigolosa, si lotta in ogni zona del campo. Ora la Posal è in partita e fa paura. Siamo costretti a tiri difficili, il punteggio sembra non muoversi più. Chiara prende un canestro in faccia da 5 metri e andiamo sotto. 2-4. Altro contropiede preso e andiamo 2-6. Ora è veramente dura, ma un canestro di Betti ci ridà fiato. 4-6. Manca un minuto. Un tiro da fuori spegne le nostre speranze. 4-8. Tutto da rifare. Ora siamo in parità, seppur con un piccolo tesoretto di punti di vantaggio.

Quinto tempo : Spino-Paolo-Matteo-Biga

Frazione difficile. Il coach avversario propone il gemello n. 23. Tanti errori da entrambe le parti. Evidente la tensione in campo. Dopo 2 minuti siamo ancora 0-0. Arriva una gran penetrazione di Spino a muovere il punteggio. 2-0. Spino per Paolo che subisce fallo. Dentro un libero. 3-0. Ne combiniamo due di fila e nel giro di 30 secondi la Posal ci supera con due canestri. Siamo ora costretti a inseguire. Matteo fa una rimessa, Spino si smarca e appoggia a canestro. 5-4. Ma sul ribaltamento ci facciamo un dormita e prendiamo canestro. 5-6. Paolo pareggia dalla lunetta. 6-6. Ultimo minuto. E’ punto a punto. La guerra dei nervi. Incredibile canestro del n.23 avversario a 40 secondi dalla fine. Ci prova Biga, poi Paolo, ma non va. Mancano 15 secondi, abbiamo ancora palla in mano, ma il tempo passa. Spino prende palla…5 secondi..prova a entrare ma vede Biga libero e lo serve. Tiro dalla lunetta, la palla gira sul ferro e magicamente entra!!! 8-8. Suona la sirena e portiamo a casa un pareggio rocambolesco che rimanda il verdetto all’ultimo tempo.

Sesto tempo : Luca-Lance-Ale-Danilo

Ci basta non perdere per il vantaggio nel computo totale, ma inutile fare calcoli. Prendiamo subito canestro. 0-2. Danilo risponde presente, lascia sul posto il suo avversario e deposita a canestro. 2-2. Spunta anche Ale. Gran palla rubata e canestro in acrobazia come solo lui al mondo sa fare. 4-2. Lance difende bene contro il gemello n. 8, ma nulla può fare sul tiro quasi da tre punti. 4-4. Non è passato neanche un minuto. Danilo fa vedere al suo avversario che anche lui non è da meno e piazza un tiro da 6 metri. 6-4. Partita bellissima e numeri di alta scuola. Perdiamo un avversario e subiamo il 6-6. Il coach è una furia. In effetti si difende poco e male. E per non smentirci prendiamo il 6-8 con troppa facilità. Reazione di Ale, coast to coast degno del miglior Lebron e appoggio a canestro. Fenomenale! 8-8. La curva esulta, mentre papà Spinelli e papà Somazzi al tavolo devono contenersi. Entriamo in zona calda. Luca è di ghiaccio dalla lunetta, 2/2 e andiamo 10-8. La Posal mette un libero e si va sul 10-9. Mancano 2 minuti e si prepara un finale da cardiopalma. Prendiamo un sanguinoso canestro. 10-11. Stoppata di Luca. Manca poco più di un minuto. Squadre allo stremo. Siamo sotto, il tempo scorre velocemente. Lance recupera una palla vagante e subisce fallo. Liberi! Lance mette il primo. Lance mette anche il secondo!!! 12-11!!! Ultima azione. La palla ce l’ha il n. 8 avversario. Lance lo tiene lontano dall’area. Il tempo passa. Danilo recupera palla e subisce fallo a 10 secondi dalla fine. Lunetta. Danilo li sbaglia entrambi. La sofferenza non finisce mai!!! Volata a tutto campo del n. 8 avversario che prova un tiro da lontano. Fuori! Il rimbalzo è preso da un suo compagno che segna, ma la sirena era già suonata! Boato di esultanza!! Vittoria!!! Curva in delirio!!!

Stupenda partita tra due grandissime squadre, entrambe vanno elogiate per come si sono battute fino all’ultimo secondo. Si tratta di bambini di 10 anni che oggi sembravano adulti. Tanto di cappello a tutti e 24 e ai loro coach per lo spettacolo che oggi hanno offerto. Vittoria meritata per i nostri che nel finale punto a punto mantengono la lucidità necessaria e portano a casa una grande vittoria, rompendo il tabù che li vedeva sempre sconfitti contro la Posal. Abbiamo visto in campo 12 leoni che oggi hanno lottato dal primo all’ultimo secondo. Impressionante la lucidità di Spino e Pippo, la grande forza di Chiara, la lucida follia di Biga, la lucida incoscienza di Matteo, la calma olimpica di Paolo, il ruggito di Lance, l’imprevedibilità di Ale e di Luca, il talento di Danilo, il coraggio di Ricky e Betti. Ma non dimentichiamo Nicolò e Leo, oggi in panchina a soffrire per i compagni e tutti gli altri che oggi nonc’erano ma chein settimana sudano e corrono per migliorarsi giorno dopo giorno. Un collettivo di cui possiamo essere fieri.

Concludo con una citazione per il coach Posal e i nostri due coach Ale e Giorgio. Tutti e tre oggi hanno dato una grande lezione morale, ovvero la sportività e l’educazione devono venire prima del risultato sportivo. Può sembrare scontato, ma purtroppo non sempre è quello che si vede in giro e forse per questo ancora più apprezzato. Domani si replica a Carnate, almeno per chi è riuscito a preservare le coronarie.

Foto di Dexter Malabanan.

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2005: Nuova Argentia – Posal 3 – 2 (47 – 38)”