Scoiattoli 2007: Poker d’assi monzese

Ed eccoci a commentare l’ennesimo successo dei piccoli eroi contro il Monza, successo che battezza a tutti gli effetti la forza di questa squadra che di settimana in settimana non accenna a fermare il proprio cammino verso il traguardo finale. In uno stadio affollato e gremito in tutti i suoi settori l’atmosfera è già pesante, non si respira per niente. Anzi si usa solo la bocca tappandosi il naso stile sub causa aria targata “eau d’ascell” che invade ogni singolo metro cubo… I genitori di ambedue le squadre infatti si chiedono come mai non ci sia una feritoia aperta o bombole d’ossigeno sotto i sedili… Ribaltabili… Si avete capito bene, assolutamente removibili e nel mio caso anche sganciabili a ogni urlo della curva sud! Ma tutto diventa più chiaro quando si vede l’arbitro (ex parcheggiatore di S.Siro) chiamato a dirigere questa delicata partita. L’abbigliamento di costui (un mix tra i Gipsy King e Rino Gaetano in versione anni ’70) fa discutere parecchio i presenti che si chiedano come mai una squadra di questa fama sia costretta a prendere il nostro parcheggiatore brizzolato (tra l’altro anche ascellato al punto giusto e vestito solo di una giacchetta arancione da SOS usata dagli automobilisti in caso di sventura), ma va bene così e si inizia.

Entra il primo quartetto: la Molla, il Cigno, il ritrovato Martino reduce da 6 bronchiti e 4 tonsilliti stagionali (ben tornato ragazzo!) e il Tulipano nero. Si capisce subito che non sarà facile, il loro 33 fa veramente i numeri, Martino sa che non può sfigurare, in tribuna c’è anche sua sorella Giulia in arrivo fra qualche mese (congratulazioni ancora ragazzi) e sigla un bel canestro che (CENSORED – CENSORED – CENSORED), quale migliore augurio per un rientro da campione! Dopo il loro pareggio l’aria sempre sempre più pesante e irrespirabile (maschere d’ossigeno sono state distribuite da mamma Maestroni nell’intervallo) si spera in un canestro vittorioso e ed eccolo finalmente… La Molla tira da fuori, la palla si ferma sul ferro, gira, tocca il tabellone, rigira, sembra che esca ma ci ripensa ed entra, 4 a 2!!! Buona la prima e grande Andrea (figlio del noto campione anni 80 Lory Pennati presente in tribuna).

Secondo tempo, entrano Boccolo biondo (incredibile la sua ricrescita boccolosa, andato dal parrucchiere 3 giorni fa ed è già come prima, soldi buttati via si può dire), Maestro, Cobra e Muscolino. Si lotta, si combatte in ogni parte del parquet monzese, ma niente non ci sblocchiamo, 0 a 0, ma attenzione suona la sirena della fine e tutti ci svegliamo dall’anestetico eau d’ascell… Un vero trombone che dura 78 secondi non si riesce a spegnere in nessun modo (il ragazzo del referto aveva i capelli alla Fantozzi per rendere l’idea) anche il nostro coach rimane stordito… Nonno Molgora pensa addirittura che i tedeschi abbiano ripreso a bombardare come nel ’43, mamma Maestroni corre nel rifugio antiatomico sottostante, ma tranquilli ragazzi qualcuno taglia i fili e si va al terzo tempo.

Quartetto micidiale quello che entra, Fabio la Torre oggi 10 la sua prestazione, Conan, una Poltrona per due (Francesco), e Carl Lewis. Si da quello sprint che il coach cercava, e Fabio (faccia beata la sua, complice anche la tata conosciuta poco dopo al Mad) è favoloso, frena tutte le azioni avversarie e con due canestri annulla l’avanzata dei blancos. Fondamentali Carl Lewis Matteo e Franz che corrono e recuperano palloni passandoli poi nei tempi giusti, 9 il loro voto e bravi! E Conan?? Il giovane Conan è frenato un po’ dalle scarpe lisce che sul parquet non fanno presa (papà Miele vai subito a comprarle e non aspettare i saldi) non riesce a esprimere il suo potenziale ma raggiunge comunque un bel punteggio, 7 1/2 la sua prestazione grazie anche al canestro del 6 a 2.

Quarto tempo, Muscolino fa sognare tutti specialmente la mamma anche commossa (7 rotoli di carta Regina consumati), e insieme a Boccolo, Maestro e il velenoso Cobra, gioca uno dei suoi migliori tempi, e con due bombe (così le ha chiamate la mamma di Fabio svenuta al mio fianco causa eau d’ascell) sigla il punteggio del 4 a 2 e dimostra ancora una volta che l’altezza non è mezza bellezza, ma che quello che conta è il carattere (mamma Alessia ne sa qualcosa). Bravo Muscolino uomo Sky di oggi e cocco di papino.

Gli ultimi due tempi siamo inarrestabili, il Cigno consigliato da papà in tribuna non fa sconti e sigla due canestri pesanti. Il timido ma efficiente Francesco con uno stile unico rende questa vittoria ancora più dolce… Il bimbo sorride agli avversari e li aspetta nella sua rete come un ragno per finirli, da oggi SPIDERMAN il suo soprannome, bravo te lo sei meritato, 9 in pagella per te!

E Matteo Molgora? Ma ragazzi ma questo per me è un mito, l’uomo due tocchi non fa assoli, mischia la tecnica pallavolista al basket, tecnica nuova e innovativa che spiazza chiunque, 9 anche per te caro ragazzo (a proposito il nonno sarà ancora al palazzetto? E’ stato visto appoggiato al pilastro in tribuna, anestitizzato dalla camera gas monzese).

Grande nonno Molgora 9 anche anche a te, sempre presente e saggio al punto giusto.

Alla prossima e forza Argentia!!

+Copia link

0 Responses to “Scoiattoli 2007: Poker d’assi monzese”