Scoiattoli 2007: Invulnerabili o insuperabili?

Pronti, via! E siamo all’ennesima partita, questa volta in casa allo stadium di Gorgocity. Un successo che ha un sapore più che primaverile quasi estivo, visto la temperatura esterna di 23 gradi che però va a sfiorare i 40 in curva sud, capitanata dall’ultrà nonno Buratta and company, con un tifo quasi bollente che accompagna le gesta dei nostri piccoli eroi.

Si parte, primo quartetto formato dalle teste di cuoio (reparto speciale addestrato direttamente da Cusi, sempre più determinante in panchina e anche all’università, 30 il voto del suo ultimo esame, complimenti!), buldozzer Fabio, Spillo (grande rientro il suo, con una gran voglia di riscatto), Tommy Gun Machine, e Luca occhi di ghiaccio. Quest’ultimo è stato appena nominato ministro della difesa ufficiale della squadra e chiamato in settimana da Renzi per sostituire l’attuale deputato in carica… Ma sapete perché? Semplice, Luca da sicurezza in ogni settore, lui non attacca (conosce solo il Vinavil usato a scuola al massimo), ma è uno dei migliori difensori al mondo, protegge la palla, i compagni, i genitori, gli amici, tutti e ha un gran spirito di sacrificio: oggi 9 in pagella per l’uomo della misericordia, fantastico! Si parte al rallentatore, il coach capisce che i ragazzi hanno fatto le ore piccole (ieri Fabio è stato fotografato in compagnia di Tommy Gun alle 3 di notte all’Holliwood di Milano) e chiama il time out, li guarda negli occhi e tra sè e sè pensa: “La prossima volta chiamatemi che vengo anch’io a ballare con voi e mi porto Cusi come ragazzo immagine”. Gli scoiattoli capiscono che Cusi non sa ballare e rietrano in campo più convinti… FABIOOOOO con il suo bel faccino sereno ne fa tre di fila, 6 a 4 per noi e avanti il prossimo.

Secondo tempo tutto d’attacco quello giocato da Muscolino, la Molla, il Cigno e Nick Mano Fredda, oggi uno dei migliori in campo tanto che la mamma presente in tribuna è stata sorpresa a cantare insieme a mamma Valeri questo ritornello “se venite di qui, se venite di qui, vi facciamo un paiolo cosiiiii”. Euforia alle stelle in curva dove anche qui ormai non abbiamo rivali, 10 in pagella a Nick e oggi primo uomo Sky di questo incontro. Segnano tutti, Muscolino, Nico, il Cigno e il Puma, 14 a 0… Fantastici!

Il coach non sa cosa pensare, ha una prima crisi esistenziale, parla con Cusi e si pone questa domanda ripresa dalle tv di Sky… “Non avremmo creato dei mostri per caso?” Risposta di Cusi: “Che ne so Stefano, io ho preso 30 all’esame e per un pò vivo di rendita”…

E si passa al terzo tempo. Entrano Super Mario Riccardo Machine, il Cobra, una Poltrona per due (ma oggi c’era un posto solo per lui, eccellente la prestazione di questo scoiattolo, sembra timido, sembra tranquillo, sembra caricato a salve, ma tutto ciò che a voi sembra, in realtà non è… Perché fa letteralmente paura sul rettangolo di gioco!!!) e il Puma (oggi ha giocato con 4 fratture scomposte ma il dolore a lui non lo blocca, anzi, lo fortifica). Soffriamo, piangiamo, perdiamo 4 a 0, ma il carattere combattivo e di questi leoni fa commuovere i presenti (mamma Maestroni non trattiene le lacrime e comincia a gocciolare chiamando papà Maestro, che già seduto a tavola la consola con la sue 4 paroline magiche “Ti cucino le lasagne?”). Lei si tranquillizza ed entriamo nella quarta frazione di gioco.

Fabio, il Puma, il Piccolo Lord e… Si proprio lui signori lettori, CAPITAN FUTURO da oggi, Matteo D’Alessandrooooo, che con due meravigliosi canestri chiude la gara contro gli amici del sant’Antonio (molto meglio la Rocchetta di questa marca di acqua fidatevi), 4 a 2 e la curva impazzisce! Mamma Barbara applaude per 78 minuti di fila il figlio prodigio e oggi eroe indiscusso insieme a Nick Mano Fredda, si commuove e guarda mamma Sarah che per solidarietà non si tira indietro e gocciolano insieme… 10 a Matteo, bravo ragazzo del futuro e 100 di queste gare!

Si prosegue, ormai è fatta, siamo tutti più rilassati, il Cigno lavora per noi, oggi è scatenato, concentrato come un vero maestro buddista, non guarda in faccia a nessuno, neanche al papà Antonio che impegnato nei referti (sembra referti anche medici, consigliando il Puma su come guarire dalle 15 attuali fratture sottovalutate da mamma Valeri presente in tribuna e protagonista di una confessione che a molti mariti non è nuova anzi sempre in voga… Vi piacerebbe saperla ehhh? Curiosoni! Per segreto professionale non posso dirlo ma vi do un indizio, noi uomini non troviamo mai niente, specialmente in casa!! Papà Valeri do you understand?) dispensa i soliti consigli tipo “difesa”, “tornare”, “passala”, “corri” consigli che ancora oggi danno a noi quarentenni in tutti gli sport e che non ascoltiamo mai… Chissà perché poi…

Ultimo tempo, Cusi ha capito che abbiamo vinto e non ci prendono più, Tommy Gun passeggia per tutto il Seven Infinity con la sfera fra le mani, nessuno se ne accorge, prende un caffè al bar, torna in palestra e fa canestro, idolooooooo!! Questo scoiattolo dagli occhi misteriosi ma penetranti (quando mi parla ho paura a contraddirlo) ha sfruttato al meglio il consiglio del coach che era “Tommy, non tirare subito, fatti un giro senza farti notare e poi infilala” e lui si, l’ha fatto!

5 a 2 il risultato finale, i nostri ragazzi sono forti ma soprattutto ci danno forti emozioni tutte le domeniche, altro che l’Olimpia io guardo solo Argentia, complimenti e alla prossima……

PS Ehi tu! Si dico a te, Molla d’acciaio? Pensi che mi sono dimenticato di te? Andrea Pennati, figlio d’arte del famoso giocatore papa’ Lorenzo allenato da Luciano 30 anni fa (ma quante generazioni gorgonzolesi ha allenato questo istruttore, ci sono foto in palestra in bianco e nero risalenti al Titanic) hai un 9 in pagella! Si vede che metti i pratica i preziosi consigli di tuo papà (ultimo esempio il famoso tiro a specchio riflesso) e soprattutto molleggi alla Celentano dando forti emozioni a tutti i presenti quando corri a perdifiato alla Speedy Gonzales, bravo e DAI DAI DAI, i migliori siamo noi!!

+Copia link

0 Responses to “Scoiattoli 2007: Invulnerabili o insuperabili?”