Aquilotti 2006: Nuova Argentia – Sanga Milano

A causa della non disponibilità degli avversari, gli Aquilotti
2006 si aggiudicano “a tavolino” le ultime 2 partite, che dovevano essere
contro Bussero e Vignate, di un bel campionato condotto con tante vittorie e
solo un paio di sconfitte.

Coach Ferri che non conosce domenica libera, organizza una
amichevole contro i ben organizzati amici del Sanga Milano.

Quello che seguirà non è la cronaca della finale di Eurolega
che si svolgerà qualche ora dopo, bensì un riassunto di quello che è stato il
match, poi capirete il perché.

Sono 13 i convocati per l’occasione, mancano gli
indisponibili causa “Prima Comunione”.

La partita è subito tosta, grazie all’agonismo e alla
prestanza fisica degli avversari, si lotta e si spinge come se fosse sempre l’ultimo
pallone, è duro il lavoro per coach Ferri oggi nelle vesti pure di arbitro.

Penetra e scarica, rimesse laterali
battute velocemente con lancio del compagno libero, scelte di tiro quasi sempre
giuste…questo sono in grado di mettere in campo oggi i nostri ragazzi!

Certo, qualche errore o amnesia nelle marcature è sempre
presente, ma la percentuale è costantemente diminuita.

Ci aggiudichiamo i primi due parziali, 8-2 e 18-4 e facciamo
disperare il simpatico coach avversario, che non perde occasione per provare a
scuotere i suoi tramortiti dall’inizio veemente dei nostri. Raccoglie i frutti
nel terzo parziale, il Sanga se lo aggiudica per 0-4 e inizia a crederci.

Si va all’intervallo sul 2-1.

Qualche minuto di libertà e si riprende.

La partita è accesa, forse troppo, l’arbitro è impegnato a
tenere a bada qualche giocatore della squadra avversaria un po’ su di giri e
come se non bastasse è costretto a richiamare il pubblico ospite, presente in
buon numero, critico per qualche decisione arbitrale.

Ripartiamo forte anche dopo l’intervallo e ci aggiudichiamo
il parziale per 15-7.

Partita in discesa? Macchè, ancora urla dalla panchina Sanga
e la squadra ospite rientra più agguerrita che mai, fino ad aggiudicarsi con
merito il tempo per 6-11.

Ultima frazione: gli ospiti ci credono più che mai, vogliono
aggiudicarsi la partita vincendo il parziale con un numero di canestri sufficiente
per superare il nostro, il pubblico ospite li spinge. Primi 3 minuti di gioco e
il Sanga va sul 2-6, i nostri barcollano un po’ intimoriti dagli avversari, ma
non mollano, anzi.

Un bel canestro ci porta sul 4-6 e prendiamo ossigeno, non
concediamo più niente. Mancano pochi secondi, una palla lunga e difficile su
cui il nostro Simone Vigliotti si avventa, la tiene, regge la marcatura dell’avversario
e in terzo tempo di forza la spinge dentro la retina: 6-6!

Partita vinta e tutti contenti.

E’ parere di chi scrive che la partita di oggi è stata, fra
campionato e amichevoli, fra le più difficili dell’anno, probabilmente qualche mese fa l’avremmo persa.

Chiudo con una battuta: ho visto coach Ferri “moderatamente
soddisfatto”, vuoi vedere che non averlo urlante in panchina ha responsabilizzato
i ragazzi?!?

Alla prossima.

Danilo Coletti

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2006: Nuova Argentia – Sanga Milano”