Aquilotti 2007: Nessun rimpianto, nessuno scrupolo

Ed eccoci a commentare questo successo odierno che ha più un profumo di asfalto appena posato sulla Milano – Venezia cari telespettatori, si perchè oggi all’Argentia Stadium abbiamo assistito ad una vera e propria spremuta di sangue, con la differenza che forse gli amici di Cassano avrebbero preferito solo un succo d’arancia offerto magari dalla società casalinga.

Lo stadio è gremito in ogni suo posto ma sembra più che altro che giochiamo noi in trasferta: il rapporto dei genitori è infatti 8 a 1 per gli ospiti, tanto e’ vero che non riesco a trovare la curva sud dislocata sugli ultimi due gradini vicino al parcheggio del palestrone.

Si capisce subito l’andazzo del match. Primo tempo e entrano Trinita’ Fabio, Nick mano fredda, la Molla d’acciaio sempre più rifrangente con le sue scarpine di un colore talmente potente che la sig.ra Valeri ha dovuto mettere gli occhiali da sole, e Muscolino… 12 a 0 il primo parziale con Trinita’ vero protagonista e trascinatore della squadra. Particolarità del suo gioco fluido e del suo bel sorriso smagliante, è che il super bomber aquilotto non ha neanche sudato per la felicità della mamma che non ha faticato nel lavare i panni sporchi… Ne fa tre lui, due Muscolino e due la Molla, sempre più arzilla e indomabile.

Secondo tempo: entrano Kinder Delice, Clessidra (da oggi nuovo soprannome del bel Martino), Puma e Maestro… Anche qui non c’è storia, 10 a 0, tanto che si sente nella curva avversaria frasi come “era meglio stare a casa al caldo a vedere la replica di Segreto” oppure “hanno fatto bene i genitori avversari a venire solo in 8, loro si che se la sanno godere” e anche “beato il loro coach Gobbo che deve solo amministrare le iscrizioni a Bielmonte fidandosi totalmente dei suoi aquilotti ormai addestrati a non fare prigionieri”… Si signori, è andata proprio cosi!

Terzo tempo, papà Maestroni è alla sua terza sigaretta elettronica con tre batterie esaurite, entrano Tommy Gun Machine (il nostro aquilotto completamente autonomo, sembra che in settimana abbia già dato l’esame di teoria della patente), Matteo Carl Lewis con un nuovo taglio di capelli misto fra Little Tony e Fedez , una Poltrona per due, e Luca Gattuso occhi di ghiaccio… e indovinate come finisce? 8 a 2! Segna Tommy Gun con la sua consueta pacatezza, si ritrova solo due volte sotto canestro dicendo “perdonatemi ma se non segno almeno 3 canestri oggi mr Gobbo mi manda in esilio per due settimane”. Luchino ne fa uno facile facile, Franz recupera palloni ovunque, Maestro conclude con gli ultimi due punti con tanto di dedica alla mamma in curva… Pianti e commozioni oggi in campo, sotto tutti i punti di vista…

Quarto tempo: il quartetto d’assalto composto da Muscolino, Trinita’, il Piccolo Lord e Nick, sotterra le ultime speranze di ribalta degli avversari, 14 a 2. Anche Cusi a questo punto chiede a Mr gobbo se può andare a casa visto che ultimamente tra allenamenti, partite e università dormiva in piscina… Quella coperta, tranquilli…

Quinto tempo; mamma Valeri sta dormendo, non svegliatela per favore, ha ancora su gli occhiali per le scarpe della Molla, ma, ahimè, gli avversari fanno il secondo canestro con un boato da stadio che la sveglia. Vinciamo 10 a 2 alla fine e la colpa viene addossata al marito Roberto, solita vittima prescelta della famiglia (tranquillo Roby siamo tutti con te!).

Sesto e ultimo tempo, perdiamo 5 a 2, Cusi è già a casa, stanotte dormirà li finalmente. Papà Cataldi comunica il verdetto finale, 62 a 12, ma Clessidra lo corregge subito confermando invece il punteggio di 58 a 12. Martino santo subito!!

Un cordiale saluto a tutti voi dal vostro Renato Abbondanza e alla prossima in quel di Bielmonte a quasi 4680 metri di altezza… Là dove osano le aquile, anzi gli Aquilotti 2007!

Daie Argentia!

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2007: Nessun rimpianto, nessuno scrupolo”