Esordienti 2005: Nuova Argentia – Seregno 42 – 43

(15-8, 23-25, 27-34)

Nella penultima giornata della prima fase del Mariani viene a far visita al palestrone il Seregno, squadra di buona tradizione cestistica, ci aspetta un’altra battaglia come le ultime 2 partite. Pubblico numeroso, in cui si distingue la presenza di numerosi familiari al seguito tra i nostri, viste le imminenti cresime. Si parte.

Nella primafrazione il coach schiera Spino-Biga-Lance-Chiara-Danilo-Ale. Breve fase di studio e Chiara va subito a segno, ma subiamo canestro sulla ripartenza. La partita si anima. Due penetrazioni di Spino ci danno un piccolo vantaggio, incrementato da Chiara che fa 2/2 dalla lunetta. 8-4. Prova a rispondere il Seregno, ma prima Danilo e poi Lance lo rimandano indietro e voliamo sul 13-4. Acuto ancora di Spino sul finale e alla fine della frazione siamo sul 15-8. Buono l’impatto sulla partita.

Nella seconda frazione vanno in campo Pippo-Luca-Ricky-Leo-Paolo-Betti. Inizio difficile e il Seregno con un quintetto ben messo fisicamente ci sovrasta e nel giro di pochi minuti annulla lo svantaggio portandosi sul 15-14. I nostri comunque sbagliano tanto in attacco. Due liberi di Pippo ci danno ossigeno, ma la risalita brianzola è inesorabile e arriva inevitabile il sorpasso, con i nostri in grossa difficoltà. 19-21. Il coach prova a cambiare qualche marcatura. Qualcosa succede, due canestri di Paolino e Leo che ci riportano avanti, ma un 4-0 finale degli avversari frutto di deconcentrazione ci riporta in svantaggio a metà tempo. 23-25.

Il coach cerca di ridisegnare i quintetti, date le vistose differenze di rendimento tra i primi 2 tempi. Dopo una lunga pausa nel quale il coach parla molto ai suoi per evitare una debacle stile Milano si rientra in campo, ma si prospetta un andamento punto a punto.

Nella terza frazione vanno in campo Chiara-Luca-Lance-Ale-Leo-Betti e Danilo. Un canestro all’apertura di Betti porta la partita in parità, ma è uno stato illusorio, il Seregno pur senza fare cose straordinarie, lentamente prende vantaggio. I nostri sbagliano molto, a volte non gira bene, qualche tiro balla sul canestro ed esce. La partita è molto spezzettata, tanti i falli fischiati. Luca prova ad attaccare ma oggi è molto impreciso, in difesa ci distraiamo spesso, si sbagliano passaggi elementari e si perdono troppe palle, i nostri sprofondano a -9, ma poco prima della sirena arriva un canestro di Chiara che è ossigeno puro. Finisce 27-34, ma quanti rimpianti e ora serve un miracolo.

Nell’ultima frazione vanno in campo Spino-Pippo-Paolo-Ricky-Biga-Ale. Prendiamo incredibilmente canestro sulla palla a 2 e sprofondiamo subito a -9. Ma è ancora lunga e il coach spinge i suoi verso la rimonta. Due splendidi assist di Spino per Pippo e Biga ci riportano sul 31-36. Poi altro canestro di Pippo che raccoglie una palla dalla spazzatura. 33-36. Il pubblico comincia a crederci. Spallata del Seregno, a metà tempo 33-38, torniamo a -5 e il tempo scorre. Sale in cattedra Spino, che attacca con furia la difesa avversaria e prende falli e liberi. Lui e Pippo ci credono ancora e con 6 tiri liberi segnati siglano il sorpasso. 39-38. Ma lo sforzo viene pagato e il Seregno ci fa male e si riporta avanti con qualche canestro avventuroso. 39-43 a un minuto dalla fine. Sembra finita ma Spino non smette di crederci, suo il 41-43. Poi Paolino mette un libero. 42-43. Riconquistiamo palla a 20 secondi dalla fine. Spino prova ad attaccare e si va a prendere un fallo a 12 secondi dalla fine. Va in lunetta, sono due liberi che pesano, ma purtroppo il nostro giocatore, fin qui impeccabile, li sbaglia entrambi. Sul secondo Pippo prende il rimbalzo ma fallisce anche lui di poco il canestro della vittoria. Proviamo a far fallo per fermare il tempo ma il Seregno finisce con la palla in mano e si aggiudica la partita.

Tanta delusione e amarezza a fine partita, quasi tutti i nostri tornano mestamente negli spogliatoi, perdere di un punto è una cosa che fai fatica a digerire, ma la squadra si è battuta fino alla fine dando veramente tutto in campo, il punteggio premia il Seregno, ottima squadra molto ben impostata, ma i nostri meritavano la vittoria per il cuore che ci hanno messo. Qualche analisi sugli aspetti da migliorare va fatta, soprattutto nella fase centrale dove abbiamo perso troppo terreno. Il coach sta ancora studiando la squadra, come in ogni squadra ci sono delle certezze e delle variabili, bisogna lavorare sull’aspetto mentale soprattutto di quei ragazzi che al momento hanno un rendimento altalenante. Complessivamente il punteggio continuato cambia parecchie cose nell’economia della partita, prima prendevi un parziale negativo e si esauriva in un tempo, ora invece ha impatto su tutta la partita. Il processo di apprendimento dei nostri, spesso fisicamente inferiori alle squadre avversarie, è lungo e laborioso. Tuttavia bisogna aver fiducia e far lavorare tranquillo il coach che li conosce bene, allenandoli ormai da anni, ma da parte dei genitori è importante non mettere pressioni sui ragazzi e lasciarli tranquilli.

Foto di Dexter Malabanan.

+Copia link

0 Responses to “Esordienti 2005: Nuova Argentia – Seregno 42 – 43”