Aquilotti 2006: Nuova Argentia- Malaspina 4 – 1 (58 – 36)

A chiudere un lungo pomeriggio domenicale di basket al palestrone, l’esordio dei 2006 nel campionato competitivo. Fuori le bancarelle con le luci e i colori della tradizionale Fiera di Santa Caterina, dentro il grande cuore del basket che batte e per chi a 20 anni girava con l’ adesivo “I love this game” sul vetro della Ritmo verde del padre non c’è dubbio che tenga… E’ il destino che ha già deciso per te. A proseguio del momento emozionale l’ingresso in palestra della squadra di Malaspina, con i loro coach Colombo e soprattutto Don José Orge Chiarelli indimenticato vicecoach dei nostri ragazzi, rimpianto per la sua competenza e grande affabilita’… Nonché per la lunga barba molto utile per le imminenti feste natalizie. Appena lo scorgono all’orizzonte l’ondata biancoblu accorre per salutarlo e battergli il proverbiale cinque.

Partiamo con Paolino, Maestroni, Martina e Nico Testini. Primi minuti di studio e amalgama soprattutto fra i nostri perché ci sono Paolino e Martina che giocano da tempo coi 2005, Maestroni che è un 2007 e Testini 2006. I ragazzi però sono dotati di intelligenza sopraffina e il linguaggio del basket è universale ed ecco che cominciano a macinare gioco e canestri con Paolino e Nico Testini. Le ” frogs” di Malaspina non ci stanno e oppongono veloci ripartenze che fruttano 2 pregevoli canestri, 10-4 il parziale e 1 tempo in cascina.

Seconda frazione con Pippo, Bigaz, Coletti e Villa. Pippo che è tipo poco sentimentale inizia a martellare il pitturato avversario con entrate che fruttano subito 6 punti, peccato sia svagato in difesa e con lui tutta la squadra. Ne nasce un tempo tipo “All Star Game” dove con continui capovolgimenti di fronte tutti si preoccupano di attaccare e poco di difendere. Arriviamo al 10 pari in men che non si dica. A quel punto i ragazzi attaccano a testa bassa e l’ottimo arbitro Teo Fratesi non può che sanzionare gli interventi scomposti dei verdi con altrettanti tiri dalla lunetta. Sarà che il canestro è sceso dai 3 metri degli Esordienti ad altezza aquilotto ma riusciamo nell’ incredibile impresa di fallire 6 tiri liberi consecutivi. Risultato scolpito nel marmo 10 pari e frazione impattata.

Terza frazione con Somazzi, Carboni, Simonetta e Viviani. Come la precedente frazione giocata a viso aperto con ribaltamenti improvvisi. Il figlio del Kolonnello Somazzi Matteo mette un po’ di ordine come da educazione militare ricevuta e oltre a realizzare organizza un po’ l’avamposto. Le rane non ci stanno e con l’ottimo nr. 23 invertono l’ inerzia, vincono il tempo 7-8 e ci consegnano all’ intervallo una partita in perfetta parità.

Quarta frazione con Maestroni, Nodari, Simonetta e Testini. Riprendiamo dopo l’ intervallo dopo aver visto i ragazzi allenarsi per 5 minuti 5 ai liberi. Aggiustato il mirino finalmente assistiamo a delle esecuzioni degne di tal nome prima con Paolino e poi con Davide Simonetta. Nico Testini forse stanco dalla partita giocata in precedenza non è il solito cecchino ma ci pensano i compagni a sostituirlo, 2 bei canestri anche per Maestroni. Frazione a senso unico 11-2 e barca raddrizzata

Quinta e decisiva frazione con Pippo, Bigaz, Coletti e Villa. Pippo ancora a rullo ne mette 7, belli anche i canestri per Francesco, Andreino e ” occhi di ghiaccio” Lollo Villa. A differenza della seconda frazione difendiamo con convinzione spronati dalle urla di coach Ferri. Le rane non ne hanno più, fiaccati dallo sforzo di recuperare, 13-7. 3-1 per i tempi e partita in ghiaccio.

Sesto e ultimo tempo con Carboni, Maestroni, Somazzi e Viviani. A partita decisa i nostri si concedono un po’ di accademia nonostante Malaspina giochi fino all’ ultimo. Degno di nota un gancio cielo di SuperMatte alla Kareem Abdul Jabbar che scuote lo Staples Center di LA ! 7-5 il finale è 4-1 i tempi.

Buona la prima ma poche illusioni, sabato arriva il super team di Mini Olimpia a testare le ambizioni.

Alla prossima, ezio

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2006: Nuova Argentia- Malaspina 4 – 1 (58 – 36)”