2007: Rapaci o Aquilotti?

113.

Proprio così. 113 punti!

L’armata Argentia si presenta al Segrate Stadium con le idee più che chiare, e l’ordine del coach pluridecorato e del suo fedele secondo Cusi non lascia dubbi: “Non fate prigionieri!”… E cosi è stato.

Si capisce subito dal primo minuto che il pubblico non pagante avrebbe avuto problemi seri di udito grazie alle urla rimbombanti del coach avversario (io in confronto sono quasi muto)… Tutti svegli quindi con gli occhi spalancati a guardare la partita senza potersi neanche appisolare un attimo, inutili i nostri applausi e il nostro tifo, il tenore avversario era sempre due tacche più alto.

La partita ha inizio, segnano loro il primo canestro e STOP! Tocca ai nostri Aquilotti prender palla… E non la lasceranno fino alla fine!

Il primo quartetto affamato composto da Muscolino, Kinderino, il Cigno e occhi blu Cataldi non fa sconti e finisce 18 a 2 per i rapaci gorgonzolesi. Dopo il centro di Muscolino, il Cigno ne piazza ben 7, fenomenale e da applausi, tanto che il papà meravigliato sempre di più da questo giovanissimo talento fissa già il prossimo aperitivo al Seven giovedì prossimo (non mancate).

Secondo tempo, entrano Toro Richi, Bulldozzer Fabio, Conan il Barbaro e Boccolo nero (quest’ultimo con una vistosa fascia bianca per i capelli stile Charlie and Angels, anni ’80) e il copione si ripete, finisce 19 a 2. Segnano tutti, anche la mamma di Niccolò seduta in tribuna, pardon su una panchina presa in prestito per l’occasione dalla chiesa adiacente al palazzetto (e meno male che il comune di Segrate è uno dei più ricchi del bel paese). Da segnalare l’ottima prestazione del nostro amato aquilotto Fabio Bulldozzer che ancora non sa il danno che recherà ai suoi poveri genitori, per ora seduti in braccio a mamma Chiara e mamma Sarah (le panchine della chiesa erano solo tre).

Terzo tempo: una Poltrona per due, Maestro , Puma Valeri e Nick mano fredda affossano gli avversari con un secco 14 a 2, Nico segna il primo canestro dopo solo 56 secondi e la mamma applaude, applaude, applaude e urla al cielo la seguente frase: “Dai Nico amore della mamma che stasera se ti stanchi ti mando presto a nanna!”. Maestro ne piazza due, uguale il bottino per il Puma così anche per Poltrona per due, che non a caso ne fa anche lui due!

E il nostro coach? Fantastico oserei dire, con la sua serenità che lo contraddistingue anche nei momenti più stressanti (non è il caso di oggi mi sembra ovvio), e forte del suo nuovo taglio di capelli (giovanile e aggressivo allo stesso tempo) si dedica a gustarsi i sei panini misti prelevati dalla fiera di S.Caterina, uno per tempo, grande Stefano idolo indiscusso di tutti noi!

I tre tempi successivi completano l’opera dei nostri amati rapaci, ma attenzione… La regola parla chiaro!!! Sembra che chi segni il centesimo punto abbia l’obbligo di offrire da mangiare a tutti e chi addirittura piazzi il centunesimo debba offrire da bere… E il destino sceglie lui! Si proprio lui! Il nostro Bulldozzer Fabione che, avvertito di aver infranto questi due record, ai microfoni di Mediaset Premium dirà: “Bene bene, sono contento per me e per i miei compagni per l’offerta delle tartine e del prosecco, no problem, tanto pagano i miei!”

Alla prossima cari amici!

Un cordiale e affettuoso saluto dal vostro amatissimo Renato Abbondanza!

+Copia link

0 Responses to “2007: Rapaci o Aquilotti?”