Under14: Buona la prima nel Gold

NUOVA ARGENTIA GORGONZOLA – VIVISPORT LANDRIANO 71 – 62 (20-17; 34-33; 60-51)

Nuova Argentia: Vergani 9, Colamonico 10, Baciu, Marelli, Villa 7, Vulpiani 24, Merli 15, Napoletano, Grasso 2, Marku 2, Canegrati 2, Zucchella. Allenatore: Carlo Bellavita, Oscar Napoletano

Landriano: Grossi, Ruggiero 10, D’Amico 4, Romito, Galliena 14, Anelli 32, Brecani, Barreca 2, Meneghello, Rebuschini, Valgolio, Trosino. Allenatore: Luca Maria Galliena

Arbitro: Oscar Napoletano

Tiri liberi: Nuova Argentia 7/18 – Landriano 7/13

… e sono 15 !!!

Quindici partite consecutive vinte in campionato tra la passata stagione (tutte quelle del girone di ritorno del Silver) e l’attuale, tre sole sconfitte (Inzago, Cantù e Orsenigo) su 28 giocate nelle due stagioni… che dire, proprio un gruppo di scarsoni !!!

Lo so, non è ancora il momento di fare il bilancio della stagione, ma lasciateci godere la prima vittoria nella prima partita della prima fase GOLD giocata dai nostri 2003.

E il caso vuole che il nostro primo avversario sia Landriano, squadra affrontata millenni or sono in quel di Pesaro durante la nostra ultima partecipazione a quel torneo. E sembra passato veramente molto tempo riguardando le foto di allora, con i nostri scriccioli impegnati ancora a rincorrere il pallone bianco e blu, ed ora trovarmi a passare accanto a Vulpy, Lian e Zucca ed esclamare: caspiterina, sono più alti di me !!!

Bei ricordi che mi portano ancora di più ad assaporare la partita di oggi, giocata contro un avversario di ottima levatura tecnica, con un giocatore su tutti capace di mettere 5 triple sulle 6 tentate, ben supportato da compagni con ottimi fondamentali e una intensità elevatissima portata avanti per tutto l’incontro.

Ma i nostri oggi volevano portarla a casa. E fin dall’inizio hanno messo subito le cose in chiaro.

Starting five con Vulpy, Verga, Stefano, Mattia e Villa. La partenza è folgorante grazie a Vulpy che si fa spazio con il fisico e il capitano che, oltre a mettere ordine in campo, mette anche una tripla dopo un bel canestro in contropiede. 14 – 5 alla metà del tempo. Ma Landriano non molla e, guidato dall’eccellente Anelli, si riporta a contatto. Con un gioco da tre punti di Vulpy chiudiamo il quarto sul +3. 20 – 17.

Nel secondo quarto Carlo fa ruotare i ragazzi, Merli ha la vena giusta e disturba in difesa oltre a rilanciarsi in contropiede, Lian fa valere la sua forza e recupera ottimi rimbalzi in attacco andando poi a realizzare, Thomas sfrutta il tempo concesso per creare buone situazioni per i compagni. La partita è bellissima, fino a quasi metà del terzo quarto un solo punto divide le due squadre e i sorpassi si ripetono in continuazione. Si va al riposo sul 34 – 33.

Dopo qualche minuto del terzo quarto Carlo gioca la carta Kevin in difesa sul loro miglior giocatore. La scommessa paga alla grande; con grande fisicità, anche spendendo qualche fallo, il nostro numero 23 mette una grandissima pressione sull’avversario costringendolo a stancarsi e limitandolo al massimo nel gioco d’attacco. Landriano fatica a mettere punti sul tabellone e i nostri ne approfittano per prendere un discreto vantaggio, chiudendo il quarto sul 60 – 51.

L’ultima frazione è una battaglia. I rossi danno il massimo per rientrare e si avvicinano a – 5, i Blue Devils pensano che la partita sia già finita e tirano i remi in barca. Rientriamo dopo un time out con l’inerzia tutta a favore degli ospiti. Abbiamo palla in attacco, Mattia la riceve poco distante dalla lunetta e lascia partire un tiro; Carlo accompagna la parabola del pallone esclamando dalla panchina “guarda che bello, sembra un cactus !!!” (più o meno…)… e la palla brucia la retina. Sembra un canestro come altri e invece no. I due punti bloccano il parziale avversario e, complice la stanchezza che si comincia a far sentire nelle loro gambe, il gap tra le due squadre non viene più colmato. Il match si chiude sul 71 – 62.

Una bellissima partita, che rende onore a questo sport e a questo girone Gold, grazie anche al bellissimo comportamento in campo, in panchina e sugli spalti di tutti i presenti oggi in palestra. Si è giocato in un clima di sana competizione, sempre supportando chi era in campo e con le giuste, civili, recriminazioni quando reputate dovute. Una cornice perfetta per una partita perfetta. Ma si sa, di vincitore ce ne può essere soltanto uno…

1, 2, 3 … GORGO !!!

+Copia link

0 Responses to “Under14: Buona la prima nel Gold”