Aquilotti 2007: Pungenti come un ago, quello di Spillo!!!

Partita dalle forti emozioni quest’oggi, una vittoria sofferta ma ben meritata grazie al cuoricino dei nostri Aquilotti e dall’ottimo coach Gobbo, anche perché la gli amici di Busnago si presentano con elementi giganteschi… Il più piccolo era 1,70 cm, un gruppo di giganti se pensate che mia moglie è 1,60 cm amici ascoltatori. L’argentia stadium è gremito in ogni suo settore, la curva avversaria è bella carica, noi invece non sappiamo chi mandare a fare il referto e la scelta capita su papà Oldani e papà Cataldi oggi in veste Enrico Ruggeri munito di occhiali bianchissimi e molto fashion.

Primo tempo, entrano Spillo, Toro Richi, il Puma e il Cigno, non male come inizio direte voi ma dai primi scambi capiamo che sarà molto dura! Persino papà Maestro cambia la batteria e passa a 3,2 ampere (potenza di gran lunga maggiore di quella usata dai droni americaani). Segnano Spillo (oggi in modalità dentista, perché lui non genera contese, ma strappa senza anestesia la sfera agli avversari e va a segnare), seguito da un reattivo Puma sempre pronto nelle folate disperate ma efficaci. Il problema però è che loro ne fanno uno più di noi e perdiamo 6 a 4. Coach Gobbo appare un po’ pensieroso e a tratti preoccupato, mentre Cusi viene sorpreso a pulire la panchina sottostante armato di mocio Vileda (sogno di tutte le mogli avere un uomo così in casa! ).

Secondo tempo, quartetto composto da Muscolino, Bulldozzer, tornado Matteo e una Poltrona per due… E… Tutto è pronto per la devastazione più totale! Le nostre aquile ferite non riescono ad uscire da un ottimo Busnago veloce e con un pressing che farebbe invidia anche al Milan di Sacchi e Capello (ma questa e’ un’altra storia)… Perdiamo 16 a 6, a nulla sono serviti i tre canestri di Fabio, Davidino e Matteo…

Terzo tempo, signori qui dobbiamo dare una svolta per evitare una disfatta quasi storica, seconda solo a quella dei romani contro il temutissimo Annibale… Entrano il Tulipano azzurro Luca, il piccolo Lord, il super Penna detto la Molla e l’acclamato Maestro (mamma Sarah oggi non ha pianto, ma i fazzoletti erano sempre a portata di mano, tranquilli). E cosa succede???? E’ qui che vi volevo gentili ascoltatori, oggi non abbiamo un uomo Sky, ma un quartetto! Si, perchè le aquile ricominciano a volare alto, il piccolo orgoglio in loro risvegliato da due e tre urletti dal coach (uno era per Cusi che non stava pulendo bene la panca) nonché il festoso tifo dei genitori presenti (più che un tifo sembrava un ballo di gruppo estivo al club mediterrane’), gli danno la carica giusta per vincere 4 a 2 (Maestro e Penna i marcatori), sfoggiando un gioco da NBA con passaggi veloci e precisi. Micidiale il sangue freddo del nostro Andrea P. dimostrato in due azioni decisive dove è penetrato nella difesa avversaria come la lama nel burro, o meglio, come il grissino nel tonno Rio Mare! P.S. sembra che Andrea abbia un personal trainer a casa, papa’ Lorenzo, famoso giocatore degli anni gloriosi, esperto soprattutto nei ruoli difensivi, bella Lory il tuo lavoro si vede eccome!

Quarto tempo, non dobbiamo mollare, entrano il Tulipano azzurro, il Puma, Bulldozzer Fabio (oggi da 9 la sua prestazione, sempre disponibile nel proteggere i suoi compagni in difficoltà, tenerissimo!) e una Poltrona per due (grande gioco di sacrificio il suo, corre e suda più di tommaso! “Facile” direte voi, ma lui da il massimo, 9 in pagella). 2 a 2 a 10 secondi dalla fine, il tulipano ha la sfera del sorpasso con due tiri liberi, uno lo sbaglia l’altro lo piazza! 3 a 2 per i nostri Aquilotti!! lo stadium esplode, anche Giulio presente in tribuna non contiene la gioia! Io stesso mi esalto e vado a congratularmi con Luca ma vengo espulso dal coach Stefano con la seguente frase “per favore Renato non è il momento” estraendo un cartellino rosso in formato A4 e rispedendomi in tribuna, scusa Ste ma mi esalto facilmente.

Quinto tempo, entrano toro Richi, Muscolino, il Cigno e Tornado. Si fatica, lacrime e sangue per 6 interminabili minuti, finisce 4 a 4 con un canestro liberatorio di Marcus che pareggia a pochi secondi dalla fine, 8 per lui, gladiatore nato! Da segnalare il bel salvataggio di toro Richi su un contropiede finale avversario che poteva affondarci, 8 anche per lui specialmente nel reparto difensivo.

Sesto tempo, o la va o la spacca! Entrano Spillo, il piccolo Lord, Molla e Maestro: 4 nomi che ricorderete per lungo tempo cari amici. Il Busnago attacca, noi chiusi a testuggine ripartiamo con le due ali (i nostri attacchi laterali hanno dato frutto finalmente) e signori… Spillo! Il nostro faccia d’angelo della Martesana non perdona, strappa molari a tutti, nessuna contesa per lui, ma solo soluzioni radicali! Nessun ripensamento in fase difensiva, ma solo prede da divorare! La palla per lui è un portafogli da prendere per poi nasconderlo nel canestro, spettacolo! Permettetemi di dargli un bel 10 in pagella!

Vinciamo 6 a 2 l’ultimo tempo, 3 tempi a 2 e tanto cuore…

Intanto Cusi sta ancora pulendo…

Daie e alla prossima!

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2007: Pungenti come un ago, quello di Spillo!!!”