Esordienti 2005: Nuova Argentia – Bernareggio 53 – 29

(20-5,33-11,43-18)

Riprendiamo da dove abbiamo
lasciato, viene a farci visita in casa il Bernareggio, ricordiamo tutti all’andata
la sconfitta maturata in circostanze rocambolesche e allora siamo curiosi di
vedere, a tre mesi di distanza, come sono cambiate le cose. Coach Ferri appare
tranquillo in panca, ultimamente ha inanellato una serie di ottime prestazioni,
qualche problema per l’allenatore avversario Lello che si presenta con l’organico
ridotto all’osso causa infortuni. La tribuna è al gran completo, non manca
proprio nessuno e ci sono anche Chiara e Andrea, fuori per turnover. Si
comincia.

Primo tempo : Spino-Matteo-Luca-Ricky-Paolino-Leo

Partiamo bene, Luca per Matteo,
semigancio 2-0. Gli avversari impattano con un tiro da distanza siderale del
loro n.5 e siamo 2-2. Sotto la lucida regia di Spino, supportato da Paolino,
muoviamo bene la palla e costruiamo buoni tiri, ma per ora non entrano. Bis di
Matteo con un grande anticipo e contropiede vincente, 4-2 e Lello chiama
timeout preoccupato. Piazzato di Ricky e Spino in reverse e siamo 8-2.
Difendiamo benissimo e gli avversari non trovano spazi segnando solo dalla
lunetta, 8-3 a metà tempo. Canestro di Paolo. Il momento è buono, Matteo è
caldo e indovina il tiro di Pesaro, 12-3. Avversari in difficoltà, pressiamo
ovunque. Spino dalla lunetta e andiamo 13-3. Luca e Paolino da sotto, poi
arriva il piazzato di Leo e arriviamo 19-3. Alla sirena finiamo 20-5 e se non è
il tempo perfetto poco ci manca.

Secondo tempo :
Danilo-Ale-Pippo-Betti-Lance-Christian

Cambiano gli attori, qualche
timore che il ritmo cali, ma la regia di Danilo oggi sempre più lucida e
orientata alla costruzione del gioco. Dopo un libero di Lance, arriva il
canestro del nostro corazziere Christian, quest’anno falcidiato dagli
infortuni, con un bel taglio sotto canestro, poi il “solito” piazzato di Danilo
25-7. Gli avversari ci mettono volontà ma sono incapaci di reagire. Pippo urla
presente con 6 punti consecutivi dominando sotto canestro e andiamo sul 31-9. I
nostri continuano a pressare a tutto campo recuperando palloni su palloni.
Qualche errore di troppo ci frena, ma all’intervallo siamo 33-11.

Terzo tempo :
Spino-Matteo-Luca-Ricky-Paolino-Leo

Il coach non cambia nulla e continua
a spingere i suoi. Comincia ad affiorare un po’ di stanchezza, il gioco è più
statico, ma la difesa resta asfissiante, dopo 2 liberi avversari altro canestro
di Matteo, 35-13. Cerchiamo di gestire la partita, costruiamo poco, piccolo
riavvicinamento avversario 37-18, ma il coach non ammette cali e chiama un timeout
per sistemare le cose. Ne viene fuori un buon finale di tempo con due
penetrazioni di Spino e Paolo e con l’ennesimo canestro di Matteo, oggi
inarrestabile. Finiamo sul 43-18. Difficile ora ipotizzare il suicidio dell’andata.

Quarto tempo : Danilo-Ale-Pippo-Betti-Lance-Christian

Gli avversari provano a rendere
il punteggio meno pesante con una piccola fiammata che li porta sul 43-23, ma
un canestro di Danilo li ricaccia indietro. Il ritmo cala complice un po’ di stanchezza,
a poco dalla fine siamo 45-27, ma Christian e Lance vivacizzano il finale di
tempo con delle buone iniziative e concludiamo in bellezza sul 53-29.

Prestazione maiuscola dei nostri
esordienti, forse una delle migliori partite dell’anno con tante cose che hanno
funzionato a meraviglia, con un gran gioco corale nel quale ognuno ha messo a
disposizione della squadra il proprio talento rinunciando a scorer personali, a
vantaggio di compagni meglio piazzati. E’ una squadra con 12 giocatori in grado
di segnare con un roster molto profondo che diverse squadre non hanno. Bisogna
dare atto al coach di non aver perso la capacità di tirare fuori il meglio dai
suoi, pur in una stagione piuttosto complessa con un gruppo molto giovane. I
risultati ora arrivano dopo un difficile avvio di stagione e nonostante questo
gruppo sia impegnato su più fronti ha la capacità di mantenere alta la
concentrazione su ogni impegno. Diversi i miglioramenti tecnici e tattici di
tanti ragazzi che hanno dimostrato grande volontà e grande pazienza a
capitalizzare sul campo le osservazioni a volte un po’ brusche del coach. Con
queste premesse l’ultima parte della stagione si presenta interessante, ma ora
non occorre montarsi la testa e continuare a lavorare con la stessa intensità.

+Copia link

0 Responses to “Esordienti 2005: Nuova Argentia – Bernareggio 53 – 29”