Aquilotti 2007: Argentia – Bernareggio 8 – 16

Settimana intensa
questa con due sfide importanti e molto delicate per i nostri rapaci
che già’ venerdì sera 26 gennaio ospitano all’Argentia stadium il
cernusco sul naviglio ma attenzione perché’ qualcosa non va come
deve; sono le 19 esatte e tutto e’ pronto quando il messaggio del
nostro amato coach appare sul gruppo what app con queste inquietanti
parole due per l’esattezza ‘ partita annullata’. Cooooosa?
Abbiamo letto bene? Papa’ Oldani conferma, abbiamo capito bene, il
Cernusco non si è presentato per la sfida di campionato ma attenzione i
commenti sono assolutamente giustificati ed eccone alcuni:

‘Come si fa a
mancare una partita di basket? Voglio dire il fatto e’
assolutamente ingiustificato e imbarazzante, puoi dimenticare la
moglie in autogrill, il cane in ascensore, di mettere la sveglia la
mattina, di fare benzina, di augurare un buon natale a qualcuno anche
se a un famigliare stretto ma dimenticare un evento del genere ha
della fantascienza’

E poi ancora ‘ma
il calendario non lo guarda nessuno?

E ancora….dirlo
prima no????

Noi genitori
rimaniamo stupiti,  volevamo vedere i nostri rapaci all’opera e invece puff….una
bolla di sapone scoppiata senza capire il perché’. Non mi sento di
dire neanche che può’ capitare amici lettori anche perché’ a me
(uomo di sport da sempre) non e’ mai accaduto ,ai miei tempi si
giocava anche con la nebbia, la febbre, la peste e l’invasione
delle cavallette…, e va be’ ormai l’e’ andata cosi… 

Passiamo a
sabato, in casa ci vengono a trovare gli amici del Bernareggio e su
conferma del coach gunny Ale sulla
disputa della partita ci
prepariamo ad assistere al grande incontro. Partirei dall’ultimo
tempo vinto per 11 a 7 dall’Argentia  grazie a  un quartetto di alto profilo composto da fabio libro cuore, aquila
reale, il cobra e mcqueen; questo tempo e’ particolare per vari
aspetti, uno su tutti la grinta e il coraggio di azzardare dei 4
rapaci che finalmente raccolgono i frutti del duro lavoro settimanale
(altro che tana delle tigri nel famoso cartone animato anni 80)
invertendo platealmente la tendenza di essere stati sconfitti 11
tempi su 12 in due partite contro due delle migliori formazioni in
circolazione. Anche noi genitori notiamo che la tenacia e la
consapevolezza trasmessa da Gunny coach Ferri comincia a far presa anche
nel gioco, più reattivo e preciso anche in fase di conclusione a
canestro facendo
traballare la difesa avversaria, bene anzi molto bene e avanti cosi’!
Vanno a segno aquila reale con tre bei centri (oggi era anche il suo
compleanno, tanti auguri Fede e mi raccomando sfrutta i parenti
presenti in tribuna per un bel regalo, nel dubbio chiedi la busta che
e’ sempre ben accetta) e mcquenn , 9 + in pagella per lui,
aquilotto che non conosce paure , ha fiato da vendere (andrà’ a
idrogeno?) ora molto bravo anche come playmaker, uno come lui e’
sempre meglio averlo con che contro, inesauribile! E gli altri 5
tempi iniziali? Tranquilli arrivano… Primo set , Spillo, Muscolino, Maestro e Conan
suonano il gong iniziale ma si intuisce quasi subito che il
Bernareggio non e’ venuto a pettinare le bambole bensì i nostri
aquilotti che escono ben pettinati con una cresta tatuata da un
vistoso 11 a 4, aiaaa ma aspettiamo. Seconda frazione di gioco, papa’
cataldi da oggi soprannominato ‘Unieuro’ per il suo illimitato
ottimismo, prende posto in tribuna e mette su la pentola anzi un
barile di fagioli a fuoco lento assistendo a bocca aperta e comunque
parlante al naufragio tremendo delle piccole aquile ridimensionati a
pulcini dopo l’inappellabile 14 a 6 avversario. Libro cuore,
mcqueen, tommy gun machine e la molla soccombono senza mai disturbare
il Bernareggio che con giocate e acrobazie anche individuali segnano e
fanno divertire. Terzo tempo, papa’ cataldi e’ visibilmente rosso
in viso e le sue parole pronunciate rimbombano nella mia orecchie
sinistra ‘ma nooooo’ oppure ‘e’ finita’ accompagnate da
‘ecco ma svegliati’ sono solo alcune delle frasi pessimistiche e
al limite del suicidio di massa che scaldano il barile, i fagioli
sono quasi pronti…..15 a 2 Bernareggio il risultato, con i 4
prescelti al martirio senza colpa escono dal campo asfaltati con
l’unico canestro siglato dall’Aquila reale, l’assedio della
Bastiglia continua, senza tregua….Onore agli ospiti, davvero
bravi, testa alta e concentrazione sono dalla loro, molto corretti
non perdono un colpo arrivando sempre carichi al limite della
lunetta, complimenti! Quinto tempo, entrano libro cuore, maestro, la
molla e muscolino e la musica non cambia, con continue ripartenze dei
nostri che si sfracellano contro il muro avversario…..ecco il
segnale che farà cambiare strategia del nostro coach usata nel
finale, mai più kamikaze ma passaggi più veloci e niente folate
individuali, il basket e’ un gioco di squadra, ed e’ così che
cominceranno a giocare, grazie coach, la tua mano veglia sulle loro
giovani ali! 12 a 4 Bernareggio, sarai il loro padrino alla cresima!
MOLTO BENE direi perché il sesto tempo sapete già come finirà, forse la svolta? Partita finita, la tavola e’ pronta,
fagioli per tutti, lo chef papa’ Cataldi li ha fatti per voi…i
miglioramenti si vedono eccome, coach ferri lo aveva detto…bisogna avere pazienza! Sciaoooo e alla prossima!

+Copia link

0 Responses to “Aquilotti 2007: Argentia – Bernareggio 8 – 16”