Under 13: Meda – Argentia 52-56 (8-8,24-26,36-41)

Testini 2,
Malabanan, Bettinelli 4, Ilic 7, Galbiati 7, Spinelli 5, Somazzi 4, Bertolotti 10,
Marletta 4, Bertini 4, Simonetta 9

Le ultime 3 gare del campionato sono concentrate in una
settimana. Si comincia con la difficile trasferta di Meda. Il roster ha più
esordienti che under 13, ultimamente va così. Si gioca al Palameda, bellissima
e nuova struttura, così grande che quasi ci si perde. L’avversario è da
prendere con le molle, la partita di andata si decise negli ultimi minuti, c’è
quindi da aspettarsi un andamento simile.

Il coach parte con Davide B, Lance, Danilo, Matteo e Fede. Un
canestro di Danilo apre le danze, partita molto fisica come si prevedeva, tanti
errori e pochi canestri, a metà tempo siamo ancora 4-4. Un paio di canestri di
Fede ci tengono a galla, ma soffriamo sotto canestro e per fortuna che gli
avversari sono imprecisi. A fine primo quarto regna l’equilibrio, 8-8.

Nella seconda frazione scendono in campo Spino, Pippo, Leo, Nico
e Davide S con Betti pronto a entrare. Partiamo male e il Meda ci sorprende
portandosi sul 12-8, Pippo risponde, ma sembriamo imprecisi e svagati e
oltretutto andiamo già in bonus a metà tempo. Meda spinge e allunga sul 17-13.
Il coach chiama timeout e striglia i suoi, qualcosa cambia, bel canestro di
Leo, Pippo fa 4/4 dalla lunetta e bella entrata di Spino che poi smarca Betti
che infila a 3. Passiamo avanti sul 24-19. Il Meda prova a reagire e sul finale
del tempo accorcia chiudendo sotto di 2. La nostra situazione falli è
preoccupante.

Alla ripresa regna l’equilibrio con le squadre che non si
risparmiano, Meda si avvicina a -1, ma operiamo un piccolo allungo e ci
portiamo a +7 (36-29). A questo punto le rotazioni portano in campo un
quintetto basso e il Meda ne approfitta sfruttando la situazione portandosi sul
34-36. Il coach aggiusta la squadra e allunghiamo nuovamente con un bell’assolo
di Davide S e chiudiamo la terza frazione sul 41-36. 

Ultimo e decisivo tempo.
Coach rispolvera Spino gravato di 3 falli che lo ripaga con un canestro+libero
aggiuntivo, Pippo poi allunga il break sul 46-36. Meda sembra accusare il
colpo, ma la partita è ancora lunga. I nostri si caricano di falli e si
dimostrano incapaci di gestire il vantaggio perdendo banalissime palle per
troppa fretta che in realtà non dovrebbe avere. Il Meda riprende fiato e in un
attimo si riporta a -4. Danilo risponde portandoci a +6. Ma l’inerzia della
partita sta cambiando e pur sbagliando tanto dalla lunetta Meda si avvicina a
-1 sul 50-51 con i nostri che hanno perso la via del canestro e con qualche
decisione arbitrale poco chiara. Manca poco più di un minuto, il coach si
affida ai più esperti. Dalla lunetta il Meda ci raggiunge sul 52-52 e sulla rimessa
perdiamo banalmente palla, che prontamente riconquistiamo. Danilo tiene palla e
sembra imbottigliarsi, ma la sua parabola di tiro è vincente. 54-52. Nella
fretta di ripartire il Meda si dimentica il pallone e Davide S la punisce.
Finisce 56-52 con la nostra curva che può esultare dopo una sofferenza inaudita
che potevamo risparmiarci se avessimo giocato con un po’ più di testa. 

La
nostra squadra, pur imbottita di esordienti, riesce a spuntarla per il rotto
della cuffia dimostrando di avere carattere e grande lucidità nella gestione
del finale. Comunque va bene così, molto bravi tutti, grande prova di squadra.
La corsa continua e rimaniamo attaccati all’Ebro che però continua a vincere. Domani
si replica a Bresso, dove ci attende un’altra battaglia.

+Copia link

0 Responses to “Under 13: Meda – Argentia 52-56 (8-8,24-26,36-41)”