Under 15: Siamo ai Playoff!

UNDER 15 2003 – OBIETTIVO PLAYOFF RAGGIUNTO

Perseveranza e impegno.

Due parole che mi sono immaginato questa mattina quando, a mente fredda, ho ripensato alla partita di ieri sera.

Ho rivisto tre anni di allenamenti e partite, momenti belli e altri difficili, le esplosioni di Carlo in panchina e le reazioni dei ragazzi in campo, match scontati buttati via e vittorie inaspettate contro avversari più forti.

Un passo alla volta; il primo anno vinciamo il Silver ma, per pochi punti di differenza canestri, lasciamo il passaggio del turno agli avversari di Orsenigo, quello scorso approdiamo al Girone Gold e, dopo un promettente inizio, crolliamo nel finale e, sempre per pochi punti, ci vediamo sfuggire i playoff ancora una volta.

Ieri sera no, non potevamo perdere l’ennesima occasione. E tutti hanno messo il cuore in campo, giocando fino all’ultimo una sfida senza ritorno, acclamando dagli spalti fino a perdere la voce, guidando dalla panchina i giocatori in campo cercando di infondere sicurezza anche quando le cose non ai mettevano bene.

52 – 58. Il risultato finale parla chiaro. Parla di una partita giocata punto a punto da due squadre mai dome fino alla sirena, parla di una tensione sportiva in campo degna di uno spareggio tra due squadre che, seppur in modi diversi, hanno vinto i rispettivi giorni Silver e si sono meritate di arrivare fin qui.

Noi ci abbiamo provato fin da subito a prendere vantaggio. Il primo break arriva dopo pochi minuti e ci portiamo avanti 14 – 5; Cucciago però non si ferma e, con un parziale di 10 – 0 chiude avanti il primo quarto. Per problemi di falli (non ho vergogna e timore a definire a dir poco imbarazzanti le decisioni dell’arbitro contro di noi nei primi due quarti) giochiamo la carta Tommasone al posto di Vulpy… e la mossa paga. La sua difesa è ottima e I Bulls non trovano più la via del canestro. Dopo sei minuti di gioco il loro punteggio è ancora inchiodato a 15 ma, improvvisamente, la Dea Bendata concede ai padroni di casa due tabellate da tre punti che riavvicinano le squadre e, al termine del secondo quarto, il vantaggio di +1 per gli Orange rimane.

Gli ultimi due quarti raccontano una partita di una intensità come poche se ne vedono. La nostra difesa diventa un muro ma i troppi errori in attacco non ci permettono di prendere il meritato vantaggio e chiudere l’incontro. Cucciago gioca per 35 minuti una improbabile difesa a zona e solo la nostra avversione a mettere la palla nel canestro la fa sembrare invincibile…

Il nervosismo fa perdere le staffe a Vulpy (che prende un tecnico e gioca per tutto il quarto quarto con quattro falli), Luca e Stefano (oggi ottima prestazione) fanno vedere qualche giocata da parchetto di Bussero che mandano in tilt la difesa avversaria, Mattia e Kevin attaccano e difendono come sanno fare, Verga porta a casa delle belle giocate e Lian… già Lian… non ci giro intorno; Lian gioca i migliori 10 minuti della sua vita cestitistica !!! Difende, prende rimbalzi, segna canestri che, in altre occasioni, avrebbe sicuramente sbagliato. Io e Carlo in panchina ci guardiamo come se vedessimo un altro giocatore rispetto a quello che alleniamo. Ma tutta la squadra ormai è “on fire”. A 4 minuti dalla fine il tabellone segna ancora 52 – 52. Ma succede ancora, come in passato, quel qualcosa che non ti spieghi ma che è parte di questi ragazzi. Attacchiamo e segniamo, recuperiamo palla in difesa e facciamo nuovamente canestro: +4. Ancora un recupero ma subito dopo una palla persa e un fallo di Lian che si ferma incredulo e continua a guardare l’arbitro. E’ il mio turno, non possiamo uscire dalla partita sul più bello; praticamente entro in campo urlando a Lian “chissenefrega se ti ha fischiato un fallo, torna indietro e gioca”. Risultato? Dopo 4 secondi Lian ruba la palla sul palleggio dell’attaccante e si invola in contropiede a firmare il +6.

Ancora due minuti, abbiamo la possibilità di chiudere definitivamente ma sbagliamo due liberi e due conclusioni da sotto; ormai il tempo scorre e Cucciago non ci crede più lasciandoci finire la partita con la palla in mano, 24 secondi tra gli applausi del pubblico ad onorare i vinti e i vincitori… Bellissimo !!!

E’ la fine, la squadra di riversa in campo e festeggia con incredibile energia il traguardo finalmente raggiunto.

SIAMO AI PLAYOFF

Onore a Cucciago, ai giocatori e al coach, al suo pubblico molto corretto che, come i nostri, ha incitato per l’intero incontro la propria squadra

E’ quasi ora di andare ma c’è ancora il tempo per applaudire gli avversari e poi portarci al centro del campo per gridare, più forte che mai… 1, 2, 3, GORGO !!!

+Copia link

0 Responses to “Under 15: Siamo ai Playoff!”